STAGIONE 2022/23

 
 
 
 
 

Segafredo Bologna

Serie A:

Play-off:

Coppa Italia:

Eurocup:

Supercoppa:

 

 

N. nome ruolo anno cm naz note
             
1 Nico Mannion G 2001 188 USA/ITA  
3 Marco Belinelli G 1986 196 ITA  
6 Alessandro Pajola P 1999 194 ITA  
7 Ismael Bako C 1995 210 BEL  
11 Michele Ruzzier P 1993 193 ITA  
14 Mouhammadou Jaiteh  A 1994 211 FRA  
19 Gabriel Lundberg G 1994 193 DAN  
21 Tornik'e Shengelia A/C 1991 206 GEO  
23 Daniel Hackett P 1988 197 ITA  
24 Leo Menalo A 2002 206 CRO  
25 Jordan Mickey A 1994 203 USA  
29 Gora Camara C 2001 212 SEN  
34 Kyle Weems A 1989 198 USA  
37 Semi Ojeleye A 1994 199 USA  
44 Milos Teodosic P 1987 196 SRB  
55 Awudu Abass A 1993 198 ITA  
100 Isaia Cordinier G 1996 196 FRA  
Solo amichevoli: Lucio Martini, Giovanni Faldini
             
  Sergio Scariolo All     ITA  
  Andrea Diana Vice All     ITA  
  Alberto Seravalli Vice All     ITA  
  Iacopo Squarcina Vice All     ITA  
  Cristian Fedrigo Vice All     ITA  
  Matteo Cassinerio Ass     ITA  



Partite della stagione

Statistiche di squadra

Statistiche individuali della stagione

Giovanili

LO STAFF TECNICO DELLA VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA PER LA STAGIONE 2022/23

tratto da www.virtus.it - 11/08/2022

 

Ormai ci siamo, mancano davvero pochi giorni all’inizio della nuova stagione delle V Nere!

Prima della partenza ufficiale, Virtus Segafredo Bologna ha definito lo staff di coach Sergio Scariolo.

Tantissime le conferme, volti nuovi e anche un ritorno nello staff bianconero: infatti, dopo aver salutato Andrija Gavrilovic e Edoardo Costa,  la Società dà il benvenuto ad Alberto Seravalli e Matteo Cassinerio nei ruoli di Assistant Coach.

Per Seravalli si tratta di un vero e proprio ritorno a casa: il tecnico ferrarese infatti, in arrivo da Varese dove ha guidato la prima squadra nell’ultima parte di stagione, ha iniziato la sua carriera proprio nel settore giovanile virtussino (dal 2010 al 2012) conquistando con l’Under 17 il campionato di categoria. (nota di Virtuspedia su segnalazione di Simone Licen: iniziò con squadre del territorio ferrarese prima di arrivare alla Virtus).

Questo l’elenco completo dello staff della prima squadra:

Head Coach: Sergio Scariolo

Assistant Coach: Andrea Diana, Iacopo Squarcina, Cristian Fedrigo, Alberto Seravalli e Matteo Cassinerio.

Preparatori Fisici: Matteo Panichi (resp), Emanuele Tibiletti.

Medico: Diego Rizzo.

Fisioterapisti: Luca Cornazzani (resp), Giacomo Naldi, Andrea Ferlini.

Team Manager: Tommaso Bergamini.


 

 

PUNTO VIRTUS

di Ezio Liporesi - Cronache Bolognesi - 19/08/2022

 

Tempo di nazionali per i virtussini. In Italia - Francia del 12 agosto, disputata a Casalecchio e vinta dai transalpini per un punto dopo un supplementare, nella squadra azzurra c’erano Pajola e Mannion: il primo ha mostrato la sua solita grande difesa, ha steccato al tiro (0 su 3) e ha collezionato anche un fallo tecnico, il secondo ha messo a segno 9 punti (3 su 10 dal campo) anche se ha fallito il tiro della vittoria; nella formazione francese per Cordinier 7 punti (3 su 5) e una grande difesa, mentre non è entrato Jaiteh. In campo anche cinque ex bianconeri: Simone Fontecchio, Spissu, Ricci e Tessitori nell’Italia, M’Baye nella Francia. Su altri campi, hanno fatto vedere buone cose anche Bako con la nazionale belga e Shengelia con quella georgiana, mentre Teodosic è stato escluso dalla nazionale serba e non parteciperà alla quarantunesima edizione del Campionato Europeo che si terrà in Germania, Italia, Georgia e Repubblica Ceca dall’1 al 18 settembre e dove una delle favorite sarà la Spagna di coach Scariolo. Intanto sul fronte più strettamente Segafredo conferma dello staff tecnico per due terzi, il capo allenatore Scariolo e i vice Diana, Fedrigo e Squarcina, con due nuovi arrivi, Alberto Seravalli e Matteo Cassinerio. Per Alberto si tratta di un vero e proprio ritorno a casa: il tecnico ferrarese, in arrivo da Varese dove ha guidato la prima squadra nell’ultima parte di stagione, dopo gli inizi estensi ha continuato infatti la sua carriera proprio nel settore giovanile virtussino, dal 2010 al 2012. Nella stagione 2010/11 fu vice di Daniele Fraboni nell’under 15, in cui militavano Gianmarco Ebeling, figlio di John, Emanuele Pederzini, venuto a mancare nell’agosto di un anno fa, e Niccolò Penna, fratello di quel Lorenzo che fu protagonista anche in prima squadra (l’under 15 non andò oltre alla fase interzona, eliminata nel concentramento 1 di Jesolo Lido); Niccolò fece qualche apparizione anche nell’under 17 con Seravalli vice di Giordano Consolini, nella squadra che annoverava Simone Fontecchio e Gherardo Sabatini e giunse seconda in Italia. Seravalli fece il vice allenatore anche nella stagione successiva nelle stesse categorie: nell’under 15 come assistente di Cristian Fedrigo, in una formazione la cui stella era Lorenzo Penna e che giunse alle finale nazionale di Vasto ma fu eliminata nel girone A condannata dalla classifica avulsa; andò meglio nell’Under 17 che vinse il titolo con Alberto ancora assistente di Consolini alla guida di una squadra in cui giocavano Adam Pechacek, Simone Fontecchio ed Emanuele Pederzini. Matteo Cassinerio è nato nel 1983 a Tirano, fino ai diciassette anni ha abitato a Sondrio, per poi trasferirsi a Milano per giocare il campionato juniores nazionale con la canotta dell’Olimpia Milano. L’anno successivo (2001/02) stesso campionato, ma in maglia Aurora Desio. A seguire, il trasferimento a Bologna per continuare a giocare (tra C1, C2 e B2) e iniziare gli studi universitari (ha conseguito nel marzo 2008 la laurea specialistica in Relazioni Internazionali). Dal 2010 un’avventura lunga undici anni a Mantova, di cui gli ultimi otto come assistant coach in A2. Nella stagione scorsa la chiamata come head coach a Bernareggio in serie B.

 

ULTIM'ORA

 

Mentre il neo virtussino Gabriel Ifeanyi "Iffe" Lundberg si prepara al rientro nella sua nazionale danese, l'Italia ha perso nettamente a Montpellier contro la Francia, dopo la sconfitta di misura patita a Casalecchio dopo un supplementare il 12 agosto. Nella serata di martedì gli azzurri hanno perso 100-68. Tra i vincitori 8 punti di Jaiteh e 3 di Cordinier, nell'Italia 5 di Mannion e 4 di Pajola.

 

RADUNO VIRTUS

di Ezio Liporesi - Cronache Bolognesi - 26/08/2022

 

Quando leggerete queste righe la Virtus avrà già effettuato il suo raduno a ranghi ridotti, nel previsto per il pomeriggio del 24 agosto, alla palestra Porelli. Assenti giustificati i nazionali Scariolo (allenatore della Spagna), Pajola e Mannion (Italia), Jaiteh e Cordinier (Francia), Bako (Belgio), Shengelia (Georgia) e Lundberg (Danimarca). Ha lasciato la sua nazionale serba invece Teodosic, escluso con grande sorpresa di tutti dall’allenatore Pesic. le V nere inizieranno dal PalaCosta Ravenna la nuova stagione il 4 settembre: la prima palla a due contro Pesaro alle ore 19.00. Nelle due settimane successive altri due impegni per i bianconeri. Il Trofeo Dalla Riva Sportfloors a Cavallino Treporti (VE) che vedrà impegnate anche Venezia, Treviso e Trento; per la Segafredo di fronte ci sarà la Reyer nella semifinale in programma venerdì 9 settembre alle ore 20.30. Prima della Supercoppa LBA, la Virtus Segafredo Bologna scenderà ancora in campo in occasione del 7° Trofeo Carlo Lovari, in programma al PalaTagliate di Lucca: per le V nere è in programma la semifinale contro Tortona il 16 settembre alle ore 20.45. Il torneo è dedicato allo sfortunato ex giocatore della Virtus: Lovari, classe 1933, nell'aprile della stagione 1956/57, quando militava nello Sporting Vela Viareggio, aveva giocato in prestito alla Virtus il Trofeo Paul Lentin a Liegi. Avendo convinto i dirigenti della squadra bolognese era quindi giunto alle V nere. Disputò solo nove gare del campionato 1957/58, l'ultima sua presenza alla decima giornata, nel derby vinto contro la Motomorini, poi, dopo un incidente in allenamento, gli venne diagnosticato un tumore che portò presto all'amputazione di una gamba. Nonostante la menomazione tornò in panchina per sostenere i compagni, poi allenò i giovani nella sua Lucca, ma la sua breve e sfortunata vita terminò il 24 luglio 1959.

 

Palestra Porelli stipata il giorno del raduno

VIRTUS BELLA SOLO ALL'INIZIO E ALLA FINE

Una Segafredo incompleta e in rodaggio cede 93-101 contro Pesaro

di Ezio Liporesi - Cronache Bolognesi - 09/09/2022

 

La prima gara della Virtus è al Palacosta di Ravenna contro Pesaro. La Segafredo, molto incompleta e ancora in rodaggio, guidata in panchina da Diana, parte con Hackett, Teodosic, Weems, Mickey e Camara. Subito tap in di Weems sull'errore di Milos, poi Kyle ruba e segna in contropiede, 4-0; l'americano segna anche la tripla del 7-2. Mickey mette la tripla del 10-5 e Hackett il gioco da tre punti del 13-7. Il primo cambio vede salire Ojeleye per Mickey. Weems da tre per il 16-11. Entrano Ruzzier e Belinelli, poi anche Abass dopo l'infortunio che ne ha pregiudicato la scorsa stagione. Pesaro pareggia, ma Ojeleye schiaccia il 18-16. I marchigiani sorpassano, 18-20, entra nella Virtus Lundberg e segna subito la tripla del 21-20, poi Abass quella del 24-20. Ojeleye ruba ma non c'è più tempo, finisce così il primo quarto. Secondo peiodo con Lundberg, Belinelli, Abass, Weems e Mickey. Abass ruba e schiaccia, 26-20. Azioni confuse, così Pesaro sorpassa e vola via, 26-33. Camara ferma lo 0-13 con due liberi, ma la Carpegna si porta sul 28-40, poi sul 30-49 (per la Virtus liberi di Mickey), parziale di 4-29. Hackett e Mickey fanno doppietta ai liberi, 34-49; due liberi di Daniel tengono la Segafredo a meno quindici, 36-51, ma per Bologna ultimi dieci punti tutti dalla lunetta. Mickey schiaccia il 38-53, Hackett segna il 40-55, ma arriva il 40-58. Un solo libero per Hackett e a metà gara il punteggio è 41-58. Hackett, Belinelli, Weems, Ojeleye, Mickey per il terzo quarto. Dani mette subito un libero su due, Ojeleye ne fa due e tiene la Virtus a meno diciassette, 44-61 lo stesso fa Belinelli da tre, 47-64. I marchigiani vanno a più ventotto, 47-75, anche perché Mickey e Ojeleye sbagliano rigori da sotto, il secondo in schiacciata. Ojeleye a rimbalzo d'attacco segna un 2+1, 50-75. Un libero di Camara, un canestro di Abass, una doppietta in lunetta ancora di Gora, tripla di Menalo, 58-77, con parziale di 8-0. Camara segna il 60-80, Lundberg il 62-83 di fine terzo quarto. Lundberg, Belinelli, Weems, Menalo e Mickey iniziano l'ultimo periodo. Menalo firma la tripla del 65-85, Weems il 67-87, replicando entrambi a schiacciate pesaresi su palle perse dai bolognesi. Mickey schiaccia al volo, 69-87, Belinelli fa un gioco da quattro, poi mette un'altra tripla, Ojeleye ne fa due in lunetta, 78-97, parziale di 13-0. Pesaro segna quattro punti consecutivi, replica Ojeleye, poi Lundberg fa 3 su 4 ai liberi, 83-91. Hackett segna l'85-94. dopo quattro punti degli avversari, Lundberg schiaccia l'87-98. Furto delle V nere sulla rimessa e Mickey fa un gioco da tre punti, 90-98. Moretti da lontanissimo, ma risponde Hackett, 92-101. Lundberg fa un solo libero, finisce 93-101, meno otto dopo il meno ventotto di metà terzo quarto. Questi il tabellino della Segafredo: Belinelli 10, Ruzzier, Lucio Martini n.e., Lundberg 11, Hackett 15, Menalo 6, Mickey 14, Camara 7, Weems 12, Ojeleye 11, Teodosic, Abass 7. La Virtus ha vinto primo e ultimo quarto, 24-20 e 31-18, e ha perso quelli centrali, 21-25 e 17-38. Lucio Martini, classe 2004, nelle giovanili dal 2016, ha fatto l'esordio in prima squadra seppure solo in panchina senza entrare in campo; anche il fratello di Lucio, Giulio, del 2002, cominciò nelle giovanili bianconere nel 2015 e vi è rimasto fino al 2020.

 

I numeri 2022/23

I NUMERI DI MAGLIA DELLA VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA

tratto da www.virtus.it - 14/09/2022

 

Nuovo anno e nuovi numeri di maglia per i nuovi acquisti della Virtus Segafredo Bologna maschile che si affaccia alla stagione 2022/2023. Per alcuni la scelta del numero di maglia rappresenta una scelta di cuore, per altri una scelta scaramantica, per altri ancora, a volte, non c’è nessun particolare significato.

Ed ecco allora i numeri di maglia scelti dai giocatori bianconeri: nessun cambiamento per coloro che già vestivano la canotta delle V nere nella passata stagione. Novità, invece, che riguardano ovviamente gli ultimi arrivati. Numero 7 per Ismaël Bako, che non avendo la possibilità di scegliere il suo solito numero (il 21 che è di proprietà di Toko Shengelia) ha virato sul 7, numero preferito della sua fidanzata. Scelta di cuore anche per Iffe Lundberg, che ha scelto il 19, data di nascita di suo figlio Jamie, nato il 19 dicembre 2019 appunto. Numero 24 per Leo Menalo, in onore di Kobe Bryant. Nessuna significato particolare, invece, per il numero 25 scelto da Jordan Mickey. Infine Semi Ojeleye, che ha scelto il numero 37: lui, selezionato al Draft alla numero 37, con questa scelta ad ogni step della sua carriera vuole ricordare da dove ha iniziato.

 

TORNEO A CAVALLINO TREPORTI

di Ezio Liporesi - Cronache Bolognesi - 16/09/2022

 

A Cavallino Treporti Trofeo Dalla Riva Sportfloors: in semifinale la Virtus incontra la Reyer. Apre Weems da due, risponde Willis da tre, gara frizzante fin dalle prime battute. Venezia prova a prendere subito il primo vantaggio portandosi avanti 12-6. La Segafredo reagisce e pareggia con sei punti consecutivi, 12-12; Venezia torna avanti, al 10' il punteggio è 23 a 18. Lundberg va due volte in contropiede ma la Reyer sta davanti, 27-22 a metà secondo quarto; Abass è costretto a lasciare il parquet di gioco per infortunio, Ojeleye piazza due triple, 33-30. Mickey è un fattore e la Segafredo pareggia,40-40, poi Ojeleye recupera in difesa e segna l’ultimo canestro del primo tempo, Virtus avanti 40-42 all'intervallo. Belinelli dalla lunetta segna 42-46, Venezia torna sopra 47-46, ma Lundberg mette la tripla del nuovo vantaggio bianconero, 47-49. Weems segna, e Cordinier confeziona il più otto Segafredo al 29'. Venezia accorcia le distanze: al 30' più quattro Bologna, 53-57. La Reyer va a più quattro, Belinelli segna la tripla del 61-60. Quinto fallo per Jaiteh e Venezia vola a più dieci. La Segafredo prova a riavvicinarsi, 72-65, ma Venezia vince 78-67. Questo il tabellino Virtus: Cordinier 9, Belinelli 5, Ruzzier 5, Jaiteh 4, Lucio Martini., Lundberg 11, Menalo, Mickey 13, Camara 6, Weems 4, Ojeleye 10, Abass. Un antisportivo per Jaiteh, sette perse per Lundberg. Via con le nazionali Bako, Pajola e Mannion, Hackett è rimasto a riposo per affaticamento muscolare, Teodosic per riposo programmato.

Nella finalina contro Treviso oltre a quelli della sera prima, fuori Jaiteh e, ovviamente, Abass, ma arriva il primo successo della stagione. La Virtus parte forte, 2-10, poi 4-17. I veneti recuperano qualcosa e chiudono il primo quarto 17-25. Nella seconda parte i trevigiani reggono metà periodo, 25-36, poi la Virtus allunga e chiude la prima metà gara sul 29-46. Di Ojeleye la tripla del più ventiquattro, 34-58. Al trentesimo il distacco è appena sotto i venti punti, 47-66. Nell'ultimo quarto Bologna allunga ancora, Diana mette dentro anche Lucio Martini e la gara si chiude sul 64-90 con questi punteggi: Cordinier 5, Belinelli 6, Ruzzier 4, Lucio Martini 0, Lundberg 12, Menalo 6, Mickey 10 (e 7 rimbalzi), Camara 13 (doppia doppia, anche 11 rimbalzi), Weems 14, Ojeleye 20. Per la Virtus terzo posto.


 

 

TROFEO LOVARI

di Ezio Liporesi - Cronache Bolognesi - 23/09/2022

 

Al PalaTagliate di Lucca, per il Trofeo Lovari, si incontrano la Virtus Segafredo e la Bertram Tortona. I bolognesi debbano ancora fare a meno di Mannion e Pajola che hanno appena terminato il loro Europeo e, per i soliti motivi, di Hackett e Teodosic, mentre Shengelia, fresco di firma, è fuori per l'infortunio patito con la sua nazionale. La Virtus inizia con Lundberg, Cordinier, Weems, Mickey e Jaiteh. Parte Tortona con un 6-0 e chiude sul 19-12 il primo quarto. Nel secondo periodo i piemontesi vanno a più dieci, ma Bologna con quintetti di prova, con tre lunghi, o due playmaker, riesce a rimontare e chiude a meno due  a metà gara, 34-32. Alla ripresa in campo Lundberg, Cordinier, Weems, Mickey e Bako, all'esordio in bianconero, La Segafredo pareggia a quota 38 e sorpassa, 54-55, con una tripla di Ojeleye. Al 30' Tortona avanti 59-56. Al 37' ancora parità, 67-67 e così anche al 40', 73 pari, con gli ultimi tiri falliti da entrambe le parti. Il supplementare lo domina Tortona, 83-76. Questo il tabellino: Cordinier 10, Belinelli 14, Bako 2, Ruzzier 5, Jaiteh 5, Faldini 0, Lundberg 14, Menalo 2, Mickey 8, Camara 0, Weems 7, Ojeleye 9. Finalina contro Brescia. Parte forte la Virtus sulle ali di Cordinier e Lundberg, 0-9. Le V nere volano fino al più sedici, 10-26, poi chiudono il primo quarto 19-31. Al 3' del secondo tempo lombardi ancora più vicini, 30-37. Bologna con un contropiede torna a più dieci, 36-46. Sulla tripla di Belinelli si va al riposo sul 44-57. Bologna controlla la gara, tocca di nuovo il più sedici e chiude il terzo periodo ancora sul più tredici, 60-73. Sforzo bresciano per rientrare in gara, la Germani arriva due volte al meno sei, 69-75 e 72-78, poi tocca anche il meno cinque, ma la tripla di Lundberg dà il più otto a un minuto dalla fine. La gara termina 80-87, con questo tabellino: Cordinier 14, Belinelli 11, Bako 6, Ruzzier 2, Jaiteh 4, Faldini, Lundberg 23, Menalo 2, Mickey 9, Camara, Weems 8, Ojeleye 8.

 

ULTIM'ORA: AMICHEVOLE E GRANDI ARRIVI

 

Amichevole vittoriosa per la Virtus femminile a San Giovanni Valdarno, contro la ex Elisabetta Tassinari. Punteggio finale 70-83. Le V nere avanti 28-39 dopo il primo quarto, sono state avvicinate all'intervallo, 46-49, poi hanno ripreso il largo, 58-68 al 30', per arrivare a tredici punti di margine a fine gara. Rispetto all'amichevole vinta sabato contro Lucca, rientrata Del Pero, ma fuori Cinili, In formazione anche la giovane Cerè. Intanto sono attesi gli ultimi tasselli mancanti alla Virtus e saranno due arrivi trionfali: Sergio Scariolo alla Virtus maschile, reduce dall'oro europeo con la sua Spagna, e Iliana Rupert, stella delle V nere al femminile, campione WNBA con Las Vegas Aces.