JAMIL WILSON

Wilson nel giorno del suo esordio a Pistoia (foto tratta dalla pagina fb della Virtus)

 

nato a: Milwaukee, Wisconsin (USA)

il: 21/11/1990

altezza: 201

ruolo: Ala

numero di maglia: 99

Stagioni alla Virtus: 2017/18

 

 

VIRTUS SEGAFREDO. ECCO JAMIL WILSON

tratto da www.virtus.it - 22/04/2018

 

Virtus Pallacanestro è lieta di annunciare l’accordo con il giocatore Jamil Wilson, che vestirà la canotta di Virtus Segafredo fino al termine della stagione corrente.

JAMIL WILSON è nato a Milwaukee il 21 novembre 1990. Ala piccola di 201 centimetri per 104 chili, è cresciuto alla Horlick High School di Racine, in Wisconsin, viaggiando nella sua stagione da senior alla media di 21.2 punti e 10.2 rimbalzi a gara. Passato alla University of Oregon, si è trasferito a Marquette alla fine della stagione da matricola. Da junior, ha tenuto una media di 9.7 punti e 4.9 rimbalzi, saliti a 11.7 e 5.9 nella stagione da senior, nella quale è partito in quintetto 32 volte.

Nella stagione 2014-2015, dopo aver affrontato la Summer League con i Washington Wizards, giocando in seguito un paio di partite di precampionato con la canotta dei Phoenix Suns, si è trasferito ai Bakersfield Jam, in D-League, chiudendo la sua esperienza con 44 partite e medie di 10.9 punti e 5.4 rimbalzi. Nel luglio del 2015, è passato ai Dallas Mavericks: dopo sette apparizioni in preseason, si è trasferito ai Texas Legends, ancora in D-League. Con questa franchigia, a fine stagione, ha collezionato 48 partite, con 15 punti e 6 rimbalzi di media. Nell’aprile 2016 si è trasferito in Portorico, ai Cangreieros de Santurce. Nello stesso anno, terminato il campionato portoricano, ha iniziato la sua prima esperienza italiana firmando per la Fiat Torino. Una stagione da 30 presenze totali, vissuta a 12.9 punti, 5.9 rimbalzi, 1.4 assist di media, in 29.8 minuti di utilizzo a partita.

Nell’agosto 2017, Wilson si è riaffacciato alla NBA, firmando un contratto di doppio utilizzo con i Los Angeles Clippers e con il loro team affiliato in G League, gli Agua Caliente Clippers. Il 3 dicembre 2017 ha debuttato nella NBA contro i Minnesota Timberwolves (29 minuti e 9 punti), e il 26 dicembre ha ottenuto il suo “high” stagionale con 17 punti in 19 minuti (e un significativo 5 su 7 da tre). In 15 gare NBA ha ottenuto 7.0 punti e 2.1 rimbalzi in 18.3 minuti di utilizzo. A gennaio 2018 è tornato in G League con i Fort Wayne Mad Ants.

 

LA PRESENTAZIONE DI JAMIL WILSON: "SONO UN GIOCATORE VERSATILE"

tratto da bolognabasket.it - 26/04/2018

 

Jamil Wilson è stato presentato oggi nella sede Lexus Bologna. Il nuovo giocatore della Virtus Segafredo indosserà la canotta numero 99.

Valeriano D’Orta: “Sono stato il primo ad accoglierlo e tra i primi a sentirlo telefonicamente. Sono stato felice di conoscerlo e avere conferma di quella che è la sua personalità, la ragione principe per cui lo abbiamo considerato per integrarlo nella nostra squadra. Un ragazzo che prima di essere un atleta con qualità di alto livello è un ragazzo semplice che si rende disponibile. Ciò era importante perché verrà integrato in questo momento del campionato, quando mancano tre partita alla fine come tutti sapete.”

Jamil Wilson: “Ho parlato con Ramagli ieri. Mi ha detto che la squadra farà di tutto per integrarmi al meglio. Mi ha spiegato l’obiettivo dei playoff e l’importante è giocare partita per partita. Le mie caratteristiche migliori? Sono un giocatore versatile e posso giocare in diversi ruoli. Riesco a tirare ma anche attaccare uno contro uno. Riesco a difendere abbastanza bene su tutti i ruoli. Qualche volta ho giocato anche da playmaker per chiamare i giochi d’attacco. Quello che serve faccio. Conosco già Aradori, Stefano Gentile e Baldi Rossi per averli incontrati nella stagione a Torino. I miei obiettivi? Raggiungere i playoff con la squadra e vincere ogni singola partita, senza guardare il risultato complessivo delle ultimo tre partite della stagione. La pallacanestro è uguale dappertutto, ogni giocatore gioca per vincere. Io farò altrettanto facendo la miglior cosa che posso fare per vincere la partita. La mia esperienza nel campionato italiano? La differenza principale rispetto all’NBA è la fisicità: sono contento dell’esperienza che ho fatto in America perché mi permette di competere meglio ovunque. Non conoscevo personalmente i quattro giocatori americani della Virtus però ovviamente li conosco per quella che è la loro carriera nella pallacanestro.”