2002-03

di Ezio Liporesi per Virtuspedia

 

VIRTUS-CANTÙ PER CHICCO

Match cadetti in ricordo di Ravaglia

di Alessandro Gallo - Il Resto del Carlino - 20/12/2002

 

Sono passati tre anni. Ma il suo sguardo intenso, e il suo sorriso contagioso, per fortuna, continuano a far parte del nostro mondo. È per questo che domenica, alle 15,30, prima di Virtus-Oregon, ci sarà un appuntamento da non perdere. Perché le formazioni cadetti dei due club si affronteranno, in amichevole, per onorare la memoria di Enrico Ravaglia. Chicco era cresciuto nella Virtus, e con la Virtus, in finale contro Cantù, aveva vinto da protagonista la sua prima Coppa Italia. Poi mille vicissitudini e traversie fisiche, e il passaggio in Brianza. Dove era entrato nel cuore di tutti. Per questo Virtus e Oregon non ci hanno impiegato molto a mettersi d'accordo per una sfida del genere.

MARCO BELINELLI HA LA FEBBRE A 42

Al Trofeo Bruna Malaguti la giovane stellina della Virtus ha rifilato un quarantello abbondante a Pesaro. Al torneo di San Lazzaro i ragazzi di Sanguettoli battono la Scavolini che ha in squadra Hackett junior (16 punti)

di Alessandro Gallo - Il Resto del Carlino - 03/01/2003

 

Se il buongiorno si vede dal mattino allora l'allenatore della Virtus, Marco Sanguettoli, che il trofeo Moto Malaguti l'ha già vinto, in passato, può dormire sonni tranquilli. E non sono tanto i 42 punti che Marco Belinelli ha collezionato, ieri pomeriggio, nella gara d'esordio, a renderlo tranquillo. Quanto, piuttosto, il successo della sua Virtus sulla Scavolini Pesaro per 88 a 79. Vittria convincente e per di più ottenuta contro una delle formazioni considerate tra le favorite per la vittoria finale di questa quattordicesima edizione della passerella dei cadetti fortissimamente oluta da Renato Zanetti. Pesaro, che ha inseguito la Virtus, ha spremuto 20 punti da Cinciarini, 14 da Ferri, 16 da Hackett (figlio d'arte), 13 da Valentini e 11 da Gjinai. Marco Sanguettoli, invece, ha potuto contare sui 15 punti di Vitali e sugli 11 di Casini che sono andati a sommarsi ai 42 di un immenso Belinelli, il candidato più autorevole, già dalla prima uscita, al titolo di mvp della manifestazione. Ma il trofeo Moto Malaguti, riservato ai cadetti, non conosce soste perché oggi si tornerà in campo.

...

Alle 19 derby tra Virtus, da una parte Bologna, dall'altra Siena. Una Siena che, in panchina, dovrebbe proporre l'entusiasmo di un allenatore giovane, che da queste parti ha lasciato il segno come giocatore di talento: Paolo Moretti.

...

 

A SAN LAZZARO DUE REGINE

Virtus e Fortitudo volano verso la finale

di Alessandro Gallo - Il Resto del Carlino - 05/01/2003

 

La Virtus di Marco Sanguettoli e la Skipper dominano i rispettivi gironi, a San Lazzaro dove, fino a domani, si celebra la rassegna dei migliori cadetti nazionali sotto l'egida della Moto Malaguti. E il titolo di mvp è sempre più vicino alle mani di Marco Belinelli che, con Siena, si "accontenta" di realizzare 36 punti. La Virtus Bologna (Vitali 11) batte quella senese 83-59 e il talentino di San Giovanni in Persiceto si conferma top scorer con 39 punti di media....

Oggi gli incontri delle semifinali senza derby. Il derby potrebbe esserci domani, ma se sarà per la finalissima o per la finale di consolazione lo sapremo solo oggi.

...

 

LA VIRTUS CADETTI VOLA IN FINALE

di Alessandro Gallo - Il Resto del Carlino - 06/01/2003

 

Sanguettoli ce l'ha fatta. Marco è il coach della Virtus cghe conquista la finale (palla a due alle 18 al PalaCaselle di San Lazzaro) del torneo nazionale cadetti organizzato come sempre con grande professionalità dallo staff di Renato Zanetti e dalla Moto Malaguti. La Virtus centra l'obiettivo perché in semifinale non dà scampo ai Crabs Rimini per 86-58. Marco Belinelli, il leader del gruppo bianconero, non è nemmeno costretto agli straordinari. Marchino si accontenta di realizzare 27 punti. Con quelli di ieri, però, il sedicenne di San Giovanni in Persiceto ne mette insieme 135 in quattro gare. Sarà lui, alla fine, il cannoniere della manifestazione?

...

MARCO BELINELLI TRASCINA LA VIRTUS ALLA VITTORIA

di Alessandro Gallo - Il Resto del Carlino - 07/01/2003

 

Marco Belinelli, il testimonial ideale per un profumo. Ricordate quello dell'aroma francese "Egoist"? Perché questo? Beh, perché Marco Belinelli da San Giovanni in Persiceto sbanca letteralmente il PalaCaselle di San Lazzaro. La sua Virtus, quella di Marco Sanguettoli (onore al merito di questo coach che lavora in modo straordinario con i giovani) si impone nel trofeo cadetti Moto Malaguti. E lo stesso Belinelli, poi, porta a casa i titoli di cannoniere e di mvp della manifestazione. Basta per considerarlo un po' egoista? Forse Marchino s'è pure portato via il pallone della vittoria, ma questo cadetto già lanciato nell'orbita della prima squadra merita tutti i titoli e gli onori del caso. Perché la sua Virtus Bologna si impone per 89-79 sull'altra Virtus, quella di Siena. Una Siena che, in semifinale, aveva avuto la meglio sulla Skipper impedendo così che, al palaCaselle, andasse in onda l'ennesimo derby della stagione. Nella finale di consolazione, poi, la Fortitudo di Alessandro Zannini batte i Crabs Rimini. Ma la Virtus di Sanguettoli sbanca tutto: si è aggiudicata questa manifestazione per la terza volta negli ultimi dieci anni. E per questo motivo si porta a casa anche la coppa più grossa.

DA UN BRUNAMONTI ALL'ALTRO MA SEMPRE CAPITANI

Dopo il bronzo juniores Sanguettoli ringrazia i suoi ragazzi

di Alessandro Gallo - Il Resto del Carlino - 10/06/2003

 

Nel suo palmares ci sono due titoli italiani. Quello allievi, vinto nel 1990 con la Fortitudo, e quello cadetti, Virtus 1999. La grandezza di "Murphy" non è data solo dalle vittorie, ma dagli atleti, e prima ancora dai ragazzi, che ha saputo forgiare. "Murphy" sta per Marco Sanguettoli. E forse è questa considerazione a rendere dolce il ricordo della medaglia di bronzo vinta ai campionati juniores di Rimini.

È così, Sanguettoli? "Vincere un campionato dà tante soddisfazioni. Ma il cammino dei miei junior è stato fantastico, prima ancora di questa rassegna. Abbiamo incassato molti complimenti per il nostro gioco e siamo e siamo arrivati a un passo dalla finale. Un gruppo che è cresciuto tanto".

Così Tanto? "Il metro credo che lo offra la finalina con la Scavolini. Con lo stesso gruppo, ma a livello cadetti, avevamo subito un paio d'anni fa al torneo di San Lazzaro. Loro sono rimasti fortissimi, ma noi siamo cresciuti".

Le sue parole sembrano più quelle di un babbo che di un allenatore.

"Questo è uno degli aspetti piacevoli del mio ruolo. È uno dei motivi per cui, per me, è più gratificante lavorare con i giovani. Si instaura un feeling vero, cn alti e bassi. Più che da padre, però, credo di avere un atteggiamento da fratello maggiore".

Che vuole difendere i suoi fratellini.

"Mi è spiaciuto una cosa. Ovunque danno coppe e medaglie ai primi tre.

A noi, che ci siamo classificati al terzo posto, solo una coppetta.

Credo che una medaglietta, di bronzo, avrebbe reso più contenti i miei ragazzi".

È stato difficile rapportarsi con un cognome importante come Brunamonti? "No. Credo che il merito sia della famiglia. Roberto, fino all'anno scorso, era un mio superiore, ma non si è mai intromesso. Matteo in questa stagione è rimasto solo, è cresciuto. E mi ha aiutato nei rapporti con il gruppo. Era il capitano per età, è stato un capitano vero per cuore e atteggiamento".

Come "proteggere" la stellina Belinelli? "Posso fare poco, perché è il sistema che lo condiziona. Le troppe convocazioni, i procuratori  che cominciano a ronzargli intorno. Per ora gioca e si diverte. E non è poco".

Già pronto a ricominciare? "Domenica partiremo per Biella. Toccherà ai miei cadetti provarci".

CADETTI SCONFITTI IN FINALE

 

E’ la Montepaschi Siena la squadra cadetti d’Eccellenza Campione d’Italia 2003. La gara incomincia a ritmo di Marco Belinelli che inaugura la finalissima bucando la retina da dentro l’area pitturata di azzurro. Il match è equilibrato, ma dopo cinque minuti è la Virtus Bologna ad essere in vantaggio (9-6). Belinelli, specialmente da tre sbaglia un po’ troppo e con lui anche altri delle “V” nere, Siena si porta in vantaggio dopo il pareggio raggiunto a cinque minuti dal termine del secondo periodo (23-23). La Montepaschi, grazie anche alla solita difesa a zona divenuta ormai il marchio di fabbrica dei toscani, recupera ancora qualche pallone sino ad andare negli spogliatoi con il tabellone che segna più 11 (28-39). Nella ripresa Vitali, supportato dai suoi compagni, cerca di recuperare qualche punto fino al 39 a 49 a tre minuti dal suono della sirena, quando il coach della Montepaschi Simone Pianigiani chiama un minuto di time out. La terza frazione si conclude 44-56 con una incredibile bomba di Vitali. Negli ultimi dieci minuti Belinelli esce dal campo dolorante, ma dopo un massaggio è nuovamente della partita. E’ ancora Siena, però, a gestire 55 a 69 a 3 minuti. A 2 minuti dal termine Lechthaler infila la schiacciata del 60 a 71. A 45 secondi Luca si ripete. Il pubblico urla Montepaschi. La gara termina 65-73 con un canestro di Belinelli. A premiare i Campioni d’Italia, già primi lo scorso anno, gli organizzatori Francesco Logoteta e Roberto Carta.

Virtus Bologna: Casini Filippo 12 (2/3, 2/3), Bastoni Fabio n.e., Barbieri Marco (0/2, 0/5), Serra Michele 2 (1/2), Belinelli Marco 24 (9/13, 1/9), Vitali Luca 13 (2/4, 3/10), Antonucci Ugo n.e., Silimbani Jacopo 4 (2/6), Novi Michele, Tassinari Alessio n.e., Vecchi Pier Paolo 10 (2/4, 2/5) Persiani Riccardo. Allenatore: Sanguettoli Marco.

Montepaschi Siena: Brocchi Niccolò n.e., Bonelli Francesco n.e., Rovai Niccolò 3 (0/0, 1/4), Marino Tommaso 20 (3/8, 2/8), Cavallaro Carmine 23 (10/22, 11/25), Frati Eugenio n.e., Viviani Francesco n.e., Giganti Valerio2 (1/1), Lechthaler Luca 16 (7/12), Scarponi Ivan 9 (0/3, 3/10), Grech Valerio n.e., Di Dio Tomas n.e. Allenatore: Pianigiani Simone.

Note: Tiri Liberi: Virtus Bologna 5/5, Montepaschi Siena 10/10. Usciti per 5 f.: Silimbani Jacopo (Virtus Bologna). Arbitri: La Rocca e Pecorella, standby Beneduce.

COACH SANGUETTOLI: "QUESTO ARGENTO VALE ORO"

Il tecnico virtussino soddisfatto del secondo posto ai nazionali di Biella. E nel quintetto ideale del campionato ci sono Belinelli e Vitali

di Alessandro Gallo - Il Resto del Carlino - 24/06/2003

 

La rassegna dei cadetti a Biella non si chiude solo con il secondo posto della Virtus. Nel quintetto ideale ci sono Luca Vitali e Marco Belinelli. Forse bisognerebbe votare il coach migliore e molti voti (tutti?) potrebbero convergere su Marco "Murphy" Sanguettoli, che il giorno dopo la finale conserva il sorriso di sempre, anche se la voce è ridotta a un filo. "Dodici gare in 16 giorni - se la ride Sanguettoli - si fanno sentire. Forse sto invecchiando e ho solo bisogno di un po' di riposo". Dodici gare che, nel palmares personale di Sanguettoli (assistito a Biella da Federico Vecchi e Marco Tabarroni), valgono il bronzo con gli junior, a Rimini, e l'argento con i cadetti a Biella.

"Il bilancio è molto positivo - racconta Marco - perché sono piazzamenti che non erano stati messi in preventivo. Siamo contenti perché si tratta di risultati brillanti, perché ovunque abbiamo messo in mostra un gioco apprezzabile. E ancora perché le nostre individualità, Belinelli e Vitali, sono stati inseriti nei quintetti ideali. E la crescita è stata costante". Un solo rammarico: la sconfitta in semifinale, a livello di junior, a Rimini, con la Nhc Siena. "Con un pizzico di fortuna in più ce l'avremmo fatta". Nessuna recriminazione sulla finale di sabato, nemmeno sulla zona utilizzata per 40' dai toscani. "Polemiche? E perché? La zona è ammessa. Noi la usiamo come arma tattica. Diciamo che ci servirà per il futuro. Per attaccarla meglio".

Vede positivo, Sanguettoli, anche su Vitali, che ha giocato con la Virtus ma il cui cartellino è di Castel Maggiore. "Le scelte non spettano a me, ma credo che lui sarebbe felice di restare con noi, per continuare a crescere".

...

 

PREMIATO SANGUETTOLI

Il Resto del Carlino - 06/07/2018

 

...

Una settimana fa Marco Sanguettoli è stato premiato a Caorle, dall'Usap, l'associazione allenatori della quale è presidente Gianni Corsolini.

...