RADIOCRONISTI E TELECRONISTI

di Ezio Liporesi per Virtuspedia

La Virtus ha regalato tantissime emozioni nei suoi templi locali e nei in campi di tutta Europa; ma non sempre l'appassionato poteva essere sul luogo di svolgimento della gara, soprattutto nelle partite in trasferta, e allora si affidava dapprima ai resoconti che apparivano sulla carta stampata, poi anche alle dirette radio e Tv, o alle differite televisive. Con l'avvento delle radio e televisioni private, si è diffusa ancora di più la trasmissione delle gare delle V nere. Abbiamo voluto fare un elenco di chi con queste radiocronache e telecronache ci ha fatto sentire da vicina la squadra del cuore, anche quando eravamo lontani. Il primo in assoluto fu Nando Macchiavelli, telecronista e radiocronista; la sua prima performance ci arrivò dalla TV locale Videobologna nella notte tra il 6 e il 7 maggio 1979: era la differita del secondo tempo di Billy-Sinudyne che consacrava la Virtus Campione d'Italia per l'ottava volta. Poi venne il periodo delle radiocronache in diretta di Maurizio Gentilomi e Ferruccio Armaroli. Quindi vennero le differite delle partite commentate da quella che è la voce più famosa in questo campo: Walter Fuochi (che aveva cominciato con le radiocronache), poi si sono succeduti nomi ed emittenti, fino alla recentissima radiocronaca delle gare di Anversa, con le voci di Paolo Di Domizio e Gabriele Platania.

nome radio tv
     
Ferruccio Armaroli X  
Alessandro Bonora   X
Luca Bottura X  
Alessio De Giuseppe X  
Paolo Di Domizio X  
Walter Fuochi X X
Maurizio Gentilomi X  
Daniele Labanti X  
Massimo Maccaferri   X
Nando Macchiavelli X X
Roberto Martini   X
Alessandro Mossini X  
Luca Muleo   X
Emanuela Negretti X  
Filippo Nepoti   X
Gabriele Platania X  
Andrea Rossi X  
Marco Rossi   X
Alessandro Stagni X X
Alessio Torri X  
Nicola Zanarini X  
Gianni Zoboli X  
Leonello Zuccheri   X