ALESSANDRO CAPPELLETTI

Cappelletti il giorno della presentazione (foto tratta da www.virtus.it)

 

nato a: Assisi (PG)

il: 22/10/1995

altezza: 186

ruolo: playmaker

numero di maglia: 9

Stagioni alla Virtus: 2018/19

biografia su wikipedia

nato a: Sassari

il: 05/05/1995

alt

PIETRO ARADORI

 

 

nato a: Brescia

il: 09/12/1988

altezza: 196

ruolo: guardia

numero di maglia: 21

Stagioni alla Virtus: 2017/18

biografia su wikipedia

nato a: Sassari

il: 05/05/1995

alt

 

L'ORA DI ALESSANDRO CAPPELLETTI

tratto da www.virtus.it - 03/08/2018

 

Virtus Pallacanestro Bologna comunica di aver raggiunto un accordo con il giocatore ALESSANDRO CAPPELLETTI, playmaker, classe 1995, che dalla stagione 2018-2019 indosserà la canotta di Virtus Segafredo.

 

ALESSANDRO CAPPELLETTI è nato ad Assisi il 22 ottobre 1995. Playmaker di 186 centimetri, è cresciuto nelle giovanili della Mens Sana Siena, arrivando ad esordire con la prima squadra in Serie A nella stagione 2013-2014. Nel 2014-2015 si è trasferito alla Fulgor Omegna, in Serie A2 Silver, giocando 23 minuti a partita con 7.2 punti e 2.5 assist di media. Ancora a Omegna, in Serie A2, l’anno successivo, ha prodotto 7.7 punti e 2.9 assist in 20.4 minuti a gara, scendnedo in campo 30 volte. Nel 2016-2017 è tornato alla Mens Sana, sempre in Serie A2, viaggiando a 12.4 punti e 2.4 assist a gara fino al momento in cui è stato fermato da un infortunio nella partita contro Rieti, il 20 novembre 2016.

Considerato uno dei migliori talenti della sua generazione, ha vestito la maglia della Nazionale a livello giovanile.

“Con l’ingaggio di Alessandro Cappelletti” commenta il Direttore Sportivo bianconero Marco Martelli, “chiudiamo la rosa della Prima Squadra. E lo facciamo con un giocatore di qualità, di grande temperamento e animato da una forte voglia di misurarsi ogni giorno a questo livello. Con l’obiettivo di aumentare ulteriormente la qualità del nostro lavoro, e di conseguenza del livello di competitività dell’intera squadra, crediamo che Alessandro sia il completamento ideale per il nostro gruppo“.

“Essere chiamato da una società come la Virtus”, afferma Alessandro Cappelletti, “è qualcosa di speciale, perché tutti sappiamo che cosa rappresenta per la pallacanestro, che storia ha alle spalle e che futuro sta progettando. Vedere il mio nome accostato a quello della V nera è qualcosa di favoloso, che mi spinge a fare bene ogni giorno, a lavorare duro per farmi trovare pronto già all’inizio del ritiro”.

 

 

Alessandro Cappelletti contro Trieste nella semifinale del Memorial Bertolazzi (foto tratta da www.virtus.it)

CAPPELLETTI: "ABBIAMO RISPETTATO IL PIANO PARTITA E IO MI SONO FATTO TROVARE PRONTO"

tratto da bolognabasket.it - 26/10/2018

 

Alessandro Cappelletti, uno dei migliori nella trasferta Virtus a Lubiana, è stato intervistato da Luca Muleo su Stadio.
Ecco un estratto delle sue parole.

Siamo scesi in campo molto determinati, sapevamo che un passo avanti sarebbe stato importante per il nostro cammino in Champions League. Da subito volevamo partire forte e dare un’impronta importante al match. A parte i primi due minuti, abbiamo rispettato il piano partita, ed è bello vedere che nelle ultime gare questo ci stia riuscendo veramente tanto. Siamo stati in grado di rompere i loro schemi, e quello è stato il passo che ci ha fatto prendere il largo nel secondo quarto.
Io? Sono contento, perché comunque è la seconda volta che sono riuscito a farmi trovare pronto alla chiamata del coach, la cosa per cui sono venuto qui dal primo giorno. Sono soddisfatto perché, a parte i canestri fatti, sono stato in grado di mettere in ritmo i miei compagni. E non ho perso palla, cosa che per un playmaker è importantissima. In questa squadra i protagonisti sono ben altri, ma sono felice di aver portato anche in questa trasferta europea il mio mattone. Sono alla Virtus per questo.