STAGIONE 2022/23


Barberis                                 Zandalasini
Rupert          Cinili
          Orsili                                                                     Del Pero
Parker
Dojkic                       Laksa
   Andrè        Pasa
 

 

 

Segafredo Bologna

Serie A:

Play-off:

Coppa Italia:

Supercoppa:

Eurolega:

 


N.
nome ruolo anno cm naz note
1 Beatrice Del Pero G 1999 180 ITA  
2 Sofia Roccato G 2003 173 ITA  
2 Anna Zambonelli P/G 2007   ITA  
6 Francesca Pasa P 2000 172 ITA  
12 Iliana Rupert A/C 2001 193 FRA  
15 Beatrice Barberis A 1995 180 ITA  
18 Ivana Dojkic G 1997 180 CRO  
22 Olbis Futo Andrè A/C 1998 192 ITA  
24 Cecilia Zandalasini A 1996 189 ITA  
29 Alessandra Orsili P 2001 170 ITA  
32 Cheyenne Parker A 1992 193 USA  
33 Katija Laksa G 1996 182 LVA  
46 Sabrina Cinili A 1989 191 ITA  
Solo amichevoli: Beatrice Cerè
 
  Miguel Mendez All     SPA fino al 31/08/2022
  Giampiero Ticchi All     ITA dal 31/08/2022
  Ignacio Martinez Vice All     SPA fino al 31/08/2022
  Lanfranco Giordani Vice All     ITA dal 23/09/2022
  Giustino Altobelli Ass     ITA fino al 31/08/2022
  Jordan Losi Ass     ITA  
  Giacomo Campanella Ass     ITA  

 

Partite della stagione

Statistiche di squadra

Statistiche individuali e di squadra della stagione

Giovanili

 

La Virtus Segafredo femminile direttamente in regular season d'Eurolega

di Andrea Marcheselli - 1000cuorirossoblu - 08/07/2022

 

La Virtus Segafredo Bologna sostituirà il TTT Riga in EuroLeague Women 2022-23 Regular Season, dopo che il club lettone ha comunicato giovedì alla FIBA Europe che non potrà prendere parte alla competizione. lo comunica la stessa Euroleague Women, con un comunicato in cui precisa che le Vu Nere, inizialmente ammesse alle Qualificazioni, si sono aggiudicate il posto vacante diretto nella Regular Season come squadra seconda classificata della quinta federazione nazionale (Italia), secondo il regolamento della classifica delle competizioni per club.

Questo è l'elenco aggiornato dei club con un posto in Regular Season:

Fenerbahce (TUR)

Basket Tango Bourges (FRA)

Profumerie Avenida (ESP)

Cestino Sopron (HUN)

Beretta Famila Schio (ITA)

ZVVZ USK Praga (CZE)

BC Polkowice (POL)

Kangoeroes Basket Mechelen (BEL)

CBK Mersin Yenisehir Bld. (TUR)

Basket Landes (FRA)

Valencia BC (ESP)

KSC Szekszard (HUN)

Virtus Segafredo Bologna (ITA)

Di conseguenza, il numero delle squadre partecipanti alle Qualificazioni si riduce a otto, da nove. La Virtus avrebbe dovuto competere in un torneo di qualificazione contro Villeneuve d'Ascq-LM (FRA) e Spar Girona (ESP). A seguito della modifica, il club francese e quello spagnolo giocheranno una serie in casa e in trasferta per determinare la squadra che passerà alla EuroLeague Women Regular Season, con il club perdente che si trasferirà alla Conference 2 della EuroCup Women Regular Season. Lo Spar Girona, in quanto squadra con la classifica club più alta, ospiterà Villeneuve d'Ascq-LM nella gara di ritorno del pareggio.

Non ci sono invece modifiche agli altri due tornei di qualificazione.


 

 

LO STAFF TECNICO DELLA VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA FEMMINILE 2022/23

tratto da www.virtus.it - 26/08/2022

 

Prima dell’inizio della nuova stagione, Virtus Segafredo Bologna ha definito lo staff tecnico della squadra femminile.

Tanti volti nuovi ma anche qualche conferma rispetto alla passata stagione. Tra i nuovi Ignacio Martinez, già assistente di coach Mendez sia nella Nazionale spagnola sia nelle squadre di club e Giustino Altobelli, già vice allenatore a Priolo e Schio e negli ultimi anni Responsabile del settore giovanile di Sopron. Due le conferme, quelle di Jordan Losi e Giacomo Campanella, entrambi alla loro quarta stagione nello staff della Virtus Segafredo Bologna femminile (nota di Virtuspedia: Giacomo Campanella è al terzo anno)..

La squadra si radunerà alla Palestra Porelli nella giornata di lunedì 29 agosto.

Questo l’elenco completo dello staff tecnico della Virtus Segafredo Bologna femminile:

Head Coach: Miguel Martinez Mendez

Assistant Coach: Luis Ignacio Martinez Rey, Giustino Altobelli, Jordan Losi, Giacomo Campanella.

 

STAFF TECNICO DELLA VIRTUS FEMMINILE

di Ezio Liporesi - Cronache Bolognesi - 02/09/2022
 

Tanti volti nuovi nello staff tecnico della Virtus Femminile. Innanzitutto primo allenatore straniero, il quotatissimo Miguel Martinez Mendez, allenatore della Spagna, nonché coach con un grande curriculum a livello di club. Spagnolo anche il vice, un fedelissimo di Mendez, quel Luis Ignacio Martinez Rey, già assistente di coach Mendez sia nella Nazionale spagnola sia nelle squadre di club. Poi Giustino Altobelli, già vice allenatore a Priolo e Schio e negli ultimi anni Responsabile del settore giovanile di Sopron, ma in precedenza anche alla guida del centro tecnico federale femminile della FIP. Due le conferme, quelle di Jordan Losi e Giacomo Campanella, rispettivamente  alla quarta e alla terza stagione nello staff della Virtus Segafredo Bologna femminile. La squadra si è radunata alla Palestra Porelli nella giornata di lunedì 29 agosto.

Ecco nel dettaglio lo staff tecnico della Virtus Segafredo Bologna femminile:

Allenatore: Miguel Martinez Mendez

Assistenti: Luis Ignacio Martinez Rey, Giustino Altobelli, Jordan Losi, Giacomo Campanella.

 

Queste le giocatrici che disputeranno la stagiobe 2022/23 con la V sul petto: Olbis Futo Andrè, Maria Beatrice Barberis, Sabrina Cinili, Beatrice Del Pero, Ivana Dojkic, Katija Laksa, Alessandra Orsili, Cheyenne Parker, Francesca Pasa, Iliana Rupert, Cecilia Zandalasini.

 

ULTIM'ORA

 
VIA MENDEZ

 l’Head Coach della squadra femminile Miguel Mendez ha richiesto, per motivi personali che lo obbligano a tornare in Spagna, di essere sollevato dall’incarico che lo legava per le prossime due stagioni alla Virtus. Con Mendez lasciano Bologna anche i due assistenti, Luis Ignacio Martinez Rey e Giustino Altobelli.

ARRIVA TICCHI

Il nuovo allenatore della Virtus femminile è Giampiero Ticchi, classe 1959, pesarese. Ex c.t. della Nazionale femminile nel triennio dal 2008 al 2011, si è qualificato dopo dieci anni di assenze agli Europei in Lituania nel 2009, vincendo nello stesso anno la Medaglia d’Oro ai Giochi del Mediterraneo.

Ultima squadra che Ticchi ha guidato è stata la Reyer Venezia femminile, nel biennio 2019-2021, con la quale ha vinto lo scudetto, riportando il tricolore nella città lagunare dopo un digiuno di 75 anni nella finale contro Schio.

Dopo Lardo è il secondo allenatore che guida la Virtus femminile dopo avere allenato (2003/04) la Virtus maschile.

 

Rara foto con lo staff tecnico rimasto in carica per pochi allenamenti

Resta, Del Santo, Losi, Sartorio, G. Campanella, Zandalasini, Dojkic, Pasa, Barberis, Del Pero, Orsili, Futo André, Cinili, Laksa, Méndez, Martinez, Altobelli, Gianolla

 

 

I NUMERI DI MAGLIA DELLA VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA

tratto da www.virtus.it - 14/09/2023

 

Nuovi arrivi e nuovi numeri di maglia anche per la Virtus Segafredo Bologna femminile: numero 1 per Beatrice Del Pero che in carriera, sia in Nazionale che in squadre di club, ha sempre optato per il 10 ma che già nella passata stagione aveva avuto fortuna con l’1. Confermato il numero 12 per Iliana Rupert che sia con la Nazionale francese che con le squadre di club in carriera ha avuto questo numero. Numero 29 per Alessandra Orsili e 32 per Cheyenne Parker. Scelta di cuore, invece, per Kitija Laksa: il numero 33 è un numero molto importante per lei e la sua famiglia.

 

I numeri 2022/23

PRIME AMICHEVOLI VIRTUS FEMMINILE

di Ezio Liporesi - Cronache Bolognesi - 16/09/2022

 

L'8 settembre presentazione dell'allenatore Giampiero Ticchi, approdato alla Virtus femminile, dopo avere guidato quella maschile nel 2003. Non è una novità, perché è già capitato a Lino Lardo, l'anno scorso per quasi tutta la stagione alla guida delle ragazze bianconere, dopo essere stato dal 2009 al 2011 alla guida della squadra maschile. Ticchi, diciannove anni fa, iniziò la stagione, sostituendo Sergio Scariolo che restò allenatore della Virtus solo in quella terribile estate che cancellò dai campionati le V nere, le quali riuscirono a ripartire dalla A2 tramite l'acquisizione di Castel Maggiore da parte di Sabatini. Scariolo, però, non guidò neppure un allenamento, tantomeno un'amichevole. Oggi Sergio allena la Virtus maschile, ma è anche alla guida della nazionale spagnola impegnata agli europei e Ticchi arriva a sostituire Miguel Mendez, che ha lasciato le ragazze bianconere il 31 agosto, due giorni dopo il raduno. Altra coincidenza, anche Mendez guida la Spagna femminile. L'augurio per Ticchi è di avere più fortuna della sua prima esperienza virtussina, quando ebbe come vice Gavrilovic, che l'anno scorso è stato vice di Scariolo sulla panchina della Virtus maschile: allora Ticchi lasciò, infatti,  il posto ad Alberto Bucci a fine novembre, dopo dieci gare di campionato e due di Uleb Cup.

Subito dopo la presentazione la Segafredo, giocatrici, staff tecnico e dirigenti, con due pullmini e alcune auto ha preso la direzione Rovigo per andare a disputare un'amichevole, la prima, contro la Reyer. Nonostante i pochi giorni di lavoro, già una bella Virtus, avanti 59-38 all'intervallo, più 32 al trentesimo minuto e 101-70 alla fine. È Alessandra Orsili a superare quota cento dopo un digiuno Segafredo durato qualche azione. Da segnalare un assist no look di Cecilia Zandalasini per Olbis Futo André, passaggio stile Milos. Questi i punteggi Virtus: Del Pero 12, Pasa 12, Cerè 3, Roccato 2, Dojkic 9, André 19, Zandalasini 9, Orsili 7, Laksa 23, Cinili 5. Sofia Roccato aveva già qualche presenza ufficiale in prima squadra, mentre Beatrice Cerè è una promettente ragazza del 2007, già nazionale under 15 e senza timori reverenziali a giocare con le più grandi. Assenti Rupert e Parker, mentre Beatrice Barberis era al seguito ma non impiegata. Come capitano ha giocato Cinili.

Tre giorni dopo a Lucca, alle assenze si aggiunge quella di Beatrice Del Pero, impegnata con la nazionale 3 contro 3, mentre i galloni di capitano sono per Zandalasini. Le ragazze di coach Ticchi partono forte, 9-19 a fine primo quarto. A metà gara la partita è già segnata, 17-36. Ancora più vistoso il distacco al trentesimo, 31-63, poi a fine partita il divario resta immutato, 45-77, con questi punteggi: Pasa 3, Cerè 2, Roccato 0, Dojkic 12, André 18, Zandalasini 14, Orsili 10, Laksa 16, Cinili 2.

Palla a due al PalaCus per l'unica amichevole casalinga precampionato: vittoria contro Lucca

VIRTUS FEMMINILE A VALANGA

di Ezio Liporesi - Cronache Bolognesi - 23/09/2022

 

Senza Beatrice Del Pero, Beatrice Barberis (non schierate, rispettivamente, perché appena rientrata dalla Nazionale tre contro tre e per problemi fisici) e Iliana Rupert (impegnata nella finali WNBA con Las Vegas Aces), la Virtus dopo il successo di Lucca ospita le toscane in un PalaCus gremito per l'unica amichevole casalinga del precampionato. Quintetto bolognese con Ivana Dojkic, Kitija Laksa, Cecilia Zandalasini, Sabrina Cinili e Olbis Futo André. Partono dalla panchina Francesca Pasa, Alessandra Orsili e Cheyenne Parker. Il  primo quarto termina con una tripla da nove metri di Dojkic che porta Bologna avanti 29-17. Il secondo periodo termina 49-31 e il terzo finisce con la tripla di Laksa che issa le V nere sul 73-51. Negli ultimi dieci minuti la Virtus incrementa ancora il divario fino al punteggio finale di 89-55, un netto successo della Segafredo, una cavalcata progressiva delle ragazze di Ticchi. Questi i punteggi della Virtus: Pasa 11, Dojkic 11, André 8, Zandalasini 18, Orsili 4, Parker 18, Laksa 16, Cinili 3. Cinque giocatrici in doppia cifra: Parker, ottima all'esordio, 18 punti; stesso bottino per Zandalasini; 16 punti di Laksa; 11 per Pasa e Dojkic. Tre successi nettissimi per una Virtus ancora incompleta in questo precampionato.

 

ULTIM'ORA: AMICHEVOLE E GRANDI ARRIVI

 

Amichevole vittoriosa per la Virtus femminile a San Giovanni Valdarno, contro la ex Elisabetta Tassinari. Punteggio finale 70-83. Le V nere avanti 28-39 dopo il primo quarto, sono state avvicinate all'intervallo, 46-49, poi hanno ripreso il largo, 58-68 al 30', per arrivare a tredici punti di margine a fine gara. Rispetto all'amichevole vinta sabato contro Lucca, rientrata Del Pero, ma fuori Cinili, In formazione anche la giovane Cerè. Intanto sono attesi gli ultimi tasselli mancanti alla Virtus e saranno due arrivi trionfali: Sergio Scariolo alla Virtus maschile, reduce dall'oro europeo con la sua Spagna, e Iliana Rupert, stella delle V nere al femminile, campione WNBA con Las Vegas Aces.

PRONTI, VIA!

di Ezio Liporesi - Cronache Bolognesi - 30/09/2022

 

A Faenza l'ultima amichevole della Virtus prima delle partite ufficiali. Al rientro Sabrina Cinili dopo una gara di assenza. Partita sempre controllata delle bianconere, 15-24 al 10', 31-46 a metà gara, 50-62, fino al 71-87 finale. Questi i punteggi: Del Pero 5, Pasa 7, Dojkic 5, Andrè 6, Zandalasini 15, Orsili 9, Parker 15, Laksa 11, Cinili 14. Si chiude così con cinque nette vittorie in altrettante gare il precampionato della Virtus Segafredo Bologna. Tutto pronto per il debutto ad Alghero in Supercoppa il 27 settembre, semifinale contro Ragusa. Ancora assente Beatrice Barberis per un fastidio al piede che non la abbandona. Il debutto in campionato, per la squadra del nuovo capitano Sabrina Cinili, sarà il primo giorno di ottobre, nell'ormai classico opening day, quest'anno previsto a Cagliari, dove la Virtus Segafredo incontrerà Crema. Bisognerà attendere ancora circa un mese per la prima storica apparizione nella massima competizione europea: la squadra di Ticchi debutterà infatti mercoledì 26 ottobre a Valencia;  prima gara casalinga fissata per mercoledì 2 novembre contro le francesi di Bourges.

 

SUPERCOPPA

di Ezio Liporesi - Cronache Bolognesi - 30/09/2022

 

Ad Alghero la Virtus femminile domina contro Ragusa nella semifinale di Supercoppa. 26-18 al 10', 46-35 a metà gara, 75-46 al 30' e 99-62 alla fine, stesso punteggio di un Virtus - Fortitudo del 2000, partita chiave della stagione del Grande Slam e massimo divario da derby V-F in campionato. Con 21 punti di Parker, 19 di Dojkic, 15 di Laksa, 12 di Zandalasini, 11 si Andrè, 10 di Pasa, sono ben sei le giocatrici bianconere in doppia cifra. Segafredo che ha tirato con il 64% da due e 44% da tre (4 centri su solo 9 tentativi). In finale c'è Schio. Nella prima azione tre tiri falliti da Parker, che però prende sempre il suo rimbalzo e alla fine subisce fallo e infila i due liberi, poi segna lo 0-4 Zandalasini e resterà a lungo il solo canestro delle V nere. Laksa con due liberi porta Bologna sullo 0-6, ma qui la Segafredo si ferma, subisce un parziale di 11-0, poi al 10' è sotto 23-11. Schio vola fino al 46-15, parziale di 46-9 con la Virtus che dopo 18 minuti ha 1 su 30 al tiro e meno male che vanta 13 su 14 ai liberi. Il secondo quarto termina 47-20. Gara finita, 69-46 al 30' e 86-58 alla fine, ma purtroppo nel terzo quarto c'è stato anche l'infortunio alla mano destra di Dojkic. Terza finale della sua breve storia e per la terza volta la Virtus cede contro Schio.

 

I FINALI DELLE V NERE

di Ezio Liporesi - 06/10/2022

 

Domenica a Napoli, sul 77-73 la Virtus ha piazzato un parziale di 0-16 in chiusura di gara vincendo 77-80. Mercoledì la Segafredo femminile, sotto in casa 72-71 contro San Martino di Lupari dell'ex coach virtussino Lorenzo Serventi, ha costruito un parziale di 14-0 (12 di questi punti messi  segno da Laksa con due liberi e tre triple, l'ultima con aggiuntivo) prevalendo 85-72.

 

INIZIO CAMPIONATO FEMMINILE

di Ezio Liporesi - Cronache Bolognesi - 07/10/2022

 

Nell'opening day di Cagliari la Virtus Segafredo, ancora in attesa di Rupert e le ancora non al meglio Dojkic e Barberis non entrate, la prima reduce dall'infortunio ad una mano in Supercoppa, la seconda che si trascina un problema da tempo, ha sconfitto Crema (che risultava squadra ospitante), senza molta storia. In equilibrio il primo quarto, 17-19, con Crema che ha spesso guidato, fino al 17-14, ribaltato da una tripla di Del Pero e un canestro di Orsili nel finale del quarto. Poi le V nere, all'inizio del secondo periodo, hanno completato il parziale fino allo 0-11 con canestri di Zandalasini, Andrè e ancora Orsili, 17-25. La squadra lombarda ha reagito tornando a meno tre, 24-27, ma un imperioso 0-16 ha chiuso il secondo quarto, 24-43 suggellato da Pasa. Più diciannove anche al 30', 41-60, dopo aver toccato il più 24, 30-54, su un canestro di Zandalasini. Negli ultimi dieci minuti la Virtus ha toccato un paio di volte il massimo vantaggio a più 26 e ha chiuso 52-75. Migliore realizzatrice Zandalasini con 20 (e 8 rimbalzi), poi Parker con 18 punti (anche 13 rimbalzi e 5 assist) e Laksa 12. Seguono Del Pero con 8 (più 6 rimbalzi), Pasa 7, Andrè 6 (anche 7 rimbalzi) e Orsili 4. Non ha segnato capitan Cinili.

 

Opening day del campionato a Cagliari, la Virtus batte Crema:

Laksa, Cinili, Parker, Andrè, Zandalasini

Del Pero, Barberis, Dojkic, Pasa, Orsili

LA VIRTUS EMERGE NEL FINALE

di Ezio Liporesi - Cronache Bolognesi - 07/10/2022

 

La Virtus contro San Martino di Lupari non schiera Andrè, tiene Dojkic in panchina dopo l'infortunio della prima giornata ed è sempre in attesa di Rupert; nelle dieci Anna Zambonelli, ma anche la formazione veneta lamenta assenze. La Segafredo vola sul 10-2 firmato da Pasa, poi continua la corsa fino al 21-8 realizzato da capitan Cinili. Le V nere subiscono un parziale di 4-10 e al decimo punteggio di 25-18. Bologna torna un paio di volte a più nove, ma la squadra ospite rientra a meno tre, 32-29. Al riposo 46-39. In avvio di terzo quarto parziale di 0-5 e San Martino a meno due, 46-44. Segna Zandalasini, poi un 5-0 tutto di Parker (giù a quota 22) e Virtus di nuovo a più nove, 53-44, ma le venete tornano a meno quattro, 53-49. Triple di Zandalasini e Laksa, 59-49, ma uno 0-10 riapre tutto, 59-59 (tripla di Milazzo) e ci sarebbe anche l'occasione del sorpasso per la squadra dell'ex coach virtussino Serventi. Primo timeout Ticchi. Segna Laksa il quindicesimo punto, poi il terzo quarto finisce 61-60. Pasa e Zandalasini con tre falli, dall'altra parte Dedic. L'ultimo quarto si apre con il primo vantaggio esterno fino al 61-64. Parker dalla lunetta e un gioco da tre punti di Zandalasini ribaltano l'incontro, 66-64. Milazzo sorpassa da tre, per lei già 24 punti. Un libero su due di Parker, un canestro e due liberi di Zandalasini e Virtus sopra 71-67. Dedic accorcia da tre, ma Washington fallisce due liberi, poi Dedic sorpassa, 71-72. Tripla di Laksa da lontano, 74-72, canestro di Zandalasini che fallisce l'aggiuntivo, poi altro canestro pesante di Laksa dopo un bel recupero di Pasa, 79-72. Laksa mette anche due liberi e un gioco da quattro punti, 85-72 e parziale di 14-0 finale. Per la lettone 27 punti, 25 per Parker con 14 rimbalzi, 18 di Zandalasini con 5 assist, 7 di Pasa  (anche 5 assist) e 2 di Barberis (finalmente in campo dopo i problemi fisici), Cinili, Del Pero e Orsili.

 

VITTORIA IN SCIOLTEZZA PER LA VIRTUS FEMMINILE

di Ezio Liporesi - Cronache Bolognesi - 14/10/2022

 

Contro San Giovanni Valdarno dell'ex capitano Elisabetta Tassinari, le V nere hanno Andrè, Dojkic e Barberis a referto ma non entreranno, l'undicesima è Sofia Roccato. La Segafredo parte 12-2 con due triple di Cinili e due di Laksa. Tassinari accorcia, poi la squadra ospite riduce ancora il divario, 12-6. Parker segna il primo canestro da due delle bianconere, 14-6, poi Zandalasini dopo due rimbalzi e tre assist segna i primi suoi punti e riporta a più dieci Bologna. Cinili firma il 18-6. Del Pero segna la quinta tripla della Virtus, 21-8. Un parziale di cinque punti della squadra di coach Matassini, 21-13. Cinili da due, ma San Giovanni Valdarno arriva a meno sette, 23-16. A inizio secondo quarto ulteriore avvicinamento tra le due formazioni, 23-18, parziale di 2-10. Triple in sequenza di Del Pero e Zandalasini, 29-18, timeout Bruschi. Di Orsili il 31-20, poi segna Laksa e Del Pero mette un'altra tripla, 36-20 (8 su 15 da tre per Bologna che tira da oltre l'arco con il 53,33% e con il 50% da due, 6 su 12). Parker segna da due, Zandalasini da tre, 41-20, parziale 18-2. Del Pero con due liberi di danno il 43-23, poi in entrata fa il 45-23. Laksa per la seconda giornata consecutiva fa un 3+1, 49-23, parziale 26-5. Al riposo si va sul 49-25, con 13 punti di Del Pero. Parker, Zandalasini da tre, Pasa, ancora Parker, Laksa con un libero su due, di nuovo Parker due volte, poi Pasa fanno 16-0 in apertura terzo quarto, 65-25, con San Giovanni Valdarno che sta a secco per cinque minuti. Un due più uno di Parker per il 68-28, Del Pero il 70-30. Altro gioco da tre punti di Parker per il 73-30. Triple di Del Pero per il 76-32 e il 79-37. Il terzo quarto termina 79-41. Pasa segna per l'81-43 Orsili firma l'83-48 fermando un parziale di 2-11, Pasa di nuovo, 85-50, poi Francesca fa per la seconda volta 0 su 2 in lunetta. Doppietta invece per Parker, 87-54, Orsili realizza l'89-57, Parker il 91-59, poi l'americana fa 1 su 2 dalla lunetta, 92-59. Entra Sofia Roccato, di Pasa il 94-61 e di Del Pero l'ultimo paniere della gara, 96-61. Per Parker 23 punti e 7 rimbalzi, per Del Pero 23 punti e 5 rimbalzi, per Laksa 13 punti, 11 di Zandalasini che ha anche 7 rimbalzi e 9 assist, doppia doppia di Pasa con 10 punti e 10 assist, 10 punti di Cinili, importante il contributo del capitano per il primo break, 6 punti di Orsili che ha anche preso 7 rimbalzi. Otto giocatrici in campo, sette a segno, sei in doppia cifra. Virtus che ha tirato con il 71% da due, il 42% da tre e ha sfornato 28 assist.

 

LA VIRTUS LOTTA MA PERDE A SCHIO

di Ezio Liporesi - Cronache Bolognesi - 21/10/2022

 

A Schio Segafredo al completo con il debutto di Rupert, anche se Cinili e Barberis non entreranno per problemi fisici. La Virtus trova i primi punti con due liberi della rientrante Dojkic, 2-4. Con un parziale di 0-4, di Laksa e Andrè, le V nere vanno anche a più quattro, 9-13, Schio risponde con un parziale di 5-0, ma Laksa con la tripla manda la Segafredo sopra al termine dei primi dieci minuti, 14-16. Equilibrio anche all'inizio del secondo parziale, ma sul 22-20, Bologna piazza tre triple con Zandalasini, Rupert e Del Pero, 22-29. La squadra di casa reagisce e piazza un 8-1, riportandosi in parità, 30-30. Zandalasini riporta sopra Bologna, poi Parker incrementa dalla lunetta, 30-34. Il più quattro è ribadito da Dojkic con un 2+1, 33-37, punteggio sul quale si va al riposo. Bologna regge la testa fino al canestro di Laksa del 36-39, poi le venete piazzano un parziale di 10-0 e vanno sopra 46-39. Con le triple di Rupert la Virtus torna a meno tre sul 48-45, poi sul meno due, 50-48. Ancora Segafredo vicino con Laksa, 52-50, poi Schio scappa con otto punti consecutivi, 60-50. Virtus a meno dieci anche al 30', 62-52. La Segafredo finisce a meno 14, 70-56, poi con un parziale di 4-13 si riavvicina, 74-69. A 1'37 i due liberi che avrebbero potuto avvicinare ulteriormente Bologna, falliti da Pasa sono l'ultima speranza che vola via. Finisce 76-71. Rupert migliore realizzatrice della Virtus con 13 punti, poi Dojkic e Zandalasini con 12 (per Cecilia anche 9 rimbalzi), Laksa e Parker 10 (per la seconda anche 10 rimbalzi), Pasa 7, Del Pero 5 e Andrè 2. A secco la sola Orsili delle giocatrici entrate.

 

LETTERA DI BARALDI AGLI ABBONATI

20/10/2022

 

Caro abbonato,

sono già passate tre stagioni da quando Virtus Segafredo Bologna ha deciso di intraprendere questa meravigliosa avventura sportiva nel basket femminile. Grazie al vostro prezioso supporto nel giro di pochissimi anni le V Nere sono diventate un punto di riferimento nel panorama del basket nazionale ed europeo.

Insieme a voi abbiamo raggiunto importanti e storici risultati quali la prima finale di Coppa Italia e la prima finale Scudetto disputata in un Paladozza gremito di tifosi virtussini!

Grazie anche al supporto del Comune di Bologna, che ha permesso a Virtus Segafredo di disputare le gare casalinghe della squadra al Paladozza, desideriamo avervi sempre al nostro fianco per tutto l’arco della stagione 22/23. Per questo motivo il Club ha deciso di rendere gratuite tutte le gare della Regular Season di Campionato e di Euroleague.

Grazie ancora una volta al vostro “amore infinito”, per coloro che hanno già sottoscritto l’abbonamento la Società ha deciso di rimborsare l’intera quota attraverso bonifico bancario. Per ricevere quanto sopracitato vi invitiamo a mandare una mail con le coordinate bancarie all’indirizzo rimborsiabbonamenti@virtus.it. Anticipiamo che, a coloro che decideranno di non attivare la procedura di rimborso, verrà riconosciuto un buono acquisto da utilizzare presso i Macron Store di Bologna del valore di 60€ (per coloro che hanno sottoscritto l’abbonamento da 50€), 120€ (per coloro che hanno sottoscritto l’abbonamento da 100€) e 240€ (per coloro che hanno sottoscritto l’abbonamento da 200€).

Grazie del Vostro “amore infinito”

Forza Virtus!

Luca Baraldi

CEO Virtus Pallacanestro Bologna S.p.A.

 

VIRTUS VOLA CONTRO LUCCA

di Ezio Liporesi - Cronache Bolognesi - 28/10/2022

 

Contro Lucca si comincia con la tripla di Laksa e il canestro di Zandalasini, 5-0. Il canestro pesante di Dojkic dà l'8-2, poi sull'8-4, due altre triple di Laksa per il 14-4. Parker da tre firma il 19-6, Zandalasini sempre da lontano il 24-10, Rupert ancora da dietro la linea dei tre punti il 27-13 (settimo paniere da oltre l'arco per Bologna), Zandalasini da due il 31-14 (giù 11 punti per Cecilia che raggiunge Laksa). Il primo quarto termina 31-17. Nel secondo periodo i primi quattro punti bianconeri sono di Andrè, 35-21. Laksa riprende l'artiglieria pesante, 38-21, Parker firma il 40-22. Zandalasini da tre segna per il 45-24. All'intervallo punteggio di 49-30 (9 su 14 da tre per la Segafredo), con Zandalasini e Laksa a quota 14. Nel terzo quarto Rupert segna il 51-30, Zandalasini con un 2+1 il 54-32.. Il divario si allarga, Zandalasini tocca il più trenta, 69-39, poi segna altri quattro punti, 73-39, toccando i 23 personali. Il terzo periodo termina 73-44. Nell'ultimo periodo la Segafredo continua a macinare gioco e chiude sul massimo vantaggio, più trentasei, 99-63. Ben 5 in doppia cifra: Zandalasini 25 (9 su 10 da due, 2 su 4 da tre, 1 su 1 in lunetta), Laksa 21 (3 su 4 da due, 5 su 7 da tre), Rupert 19 (6 su 7 da due, 1 su 2 da tre, 4 su 4 ai liberi), André 15 (6 su 9 e 3 su 5 in lunetta), Dojkic 10, poi Parker 5, Orsili e Del Pero 2. Lavoro di squadra a rimbalzo, 7 per Rupert e Parker, 6 di Zandalasini e Andrè, 4 di Parker e Orsili, 3 di Barberis e Dojkic, 1 Del Pero. Non hanno segnato Barberis e Pasa, non è entrata Cinili. A caldo Andrè: "Sono contenta, oggi c'era più pubblico, circa il doppio, all'inizio ho un po' litigato con il canestro, poi dopo è andata meglio".

 

COME UNA DOMENICA ANNI CINQUANTA

di Ezio Liporesi - Cronache Bolognesi - 28/10/2022

 

Bologna, Virtus maschile e femminile venivano tutte da una sconfitta, anche se di diversi pesi e proporzioni. La domenica bolognese ha riportato il sorriso. Il Bologna ha battuto il Lecce 2-0 e qualche tifoso, visto il risultato quasi acquisito, è uscito un po' prima per volare in Piazza Azzarita a vedere il finale di Virtus - Lucca femminile, che era iniziata alla stessa ora, le 15. Una gara condotta per 40 minuti dalla Segafredo e chiusa 99-63. Poi uscivano dal PalaDozza le ragazze di coach Giampiero Ticchi e cominciavano ad entrare gli uomini allenati da Sergio Scariolo, che sono scesi poi in campo contro Treviso, ripetendo quasi in fotocopia la gara delle donne: sempre in testa e finale di 97-71. Questa serena domenica sportiva ha ricordato un po' quelle della seconda metà degli anni Cinquanta, quando dopo la gara del Bologna allo Stadio Comunale ci si dirigeva al Palazzo dello Sport (negli anni precedenti in Sala Borsa) per assistere alla pallacanestro, prima alle 18, poi alle 22 (in quei tempi si cercava di non sovrapporre gli eventi), quando giocavano in casa due delle tre squadre felsinee della massima serie, alternativamente Virtus, Gira e Motomorini e anche allora c'era questo incrociarsi di atleti, chi aveva appena concluso la gara e chi si apprestava a disputarla.

 

LA VIRTUS FEMMINILE SFIORA L'IMPRESA A VALENCIA

di Ezio Liporesi - Cronache Bolognesi - 28/10/2022

 

A Valencia storico esordio in Eurolega per la Virtus Segafredo Bologna, ancora priva di Cinili. Zandalasini da due e Dojkic da tre ed è subito 0-5.  Parker segna il 3-7. Zandalasini dà il massimo vantaggio a Bologna, 6-13, poi la stessa Cecilia lo ritocca con una tripla, 8-16, più otto, ma un parziale di 14-2 ribalta tutto e al decimo spagnole avanti 22-18. Bologna torna avanti sul 24-25 grazie a una tripla di Laksa, Parker allunga, 24-27, poi il punteggio oscilla tra la parità e un possesso di vantaggio per la Virtus, solo sul 33-37, grazie a una tripla di Dojkic le V nere vanno oltre, poi al riposo ancora più tre, 36-39. La regola de massimo distacco tre punti a favore della Virtus dura per oltre sette minuti del terzo quarto, quando con un parziale di 7-0 Valencia passa dal 43-46 al 50-46. Pasa da due, Parker, Laksa da tre e da due e la Virtus fa anche meglio, 0-10, per il 50-56, ma sulla sirena Valencia dimezza il divario, 53-56. Gli arbitri penalizzano vistosamente la Virtus, così Valencia torna avanti 59-58. Andrè sorpassa, Laksa mette la tripla, 59-63.  Valencia torna avanti 64-63, ma Zandalasini segna da oltre l'arco, 64-66, ma le spagnole rispondono e tornano sopra, 69-66. Con una tripla di Laksa la Virtus torna pari, 71-71. Zandalasini sbaglia da tre, poi perde palla e Casas in contropiede segna il 73-71, l'ultimo tentativo di Laksa non va. Non bastano i 20 punti di Laksa (4 su 5 da tre), i 19 di Parker e la doppia doppia di Zandalasini (12+10 rimbalzi). Per Rupert e Andrè 9 rimbalzi.

 

LA VIRTUS SOFFRE SOLO NEL PRIMO QUARTO A MONCALIERI

di Ezio Liporesi - Cronache Bolognesi - 04/11/2022

 

A Moncalieri i primi due canestri sono di Rupert,. 0-4, ma la squadra di casa stal in scia fino a mettere la freccia, 10-8, poi l'Akronos Tech va anche a più quattro, 14-10, ed è lo stesso distacco che c'è tra le due squadre a fine primo quarto. In apertura di secondo periodo Moncalieri va a più sei, poi Bologna si mette all'inseguimento: Orsili, Laksa, poi Zandalasini da tre ed è uno 0-7 da sorpasso, 18-19. La squadra piemontese torna sopra di uno, ma è un attimo, Zandalasini con due canestri, il secondo arricchito dall'aggiuntivo, e Andrè, con un paniere e due liberi, costruiscono uno 0-9 per il 20-28, parziale di 2-16. Orsili ribadisce il più otto, 22-30, ma le avversarie si avvicinano, 26-30. Ancora Orsili, questa volta da tre, poi Andrè, 26-35. Quattro liberi della stessa Olbis danno il più dieci, 27-39, con gli ultimi sei punti bianconeri tutti di Andrè. La Segafredo, grazie a due liberi di Laksa e ad un canestro di Rupert, conserva quel vantaggio anche all'intervallo, 31-43. Nel terzo periodo si ricomincia allo stesso modo, Rupert per il 31-45, ma Moncalieri torna a meno dieci, 35-45. Parker, Pasa, ancora l'americana con due liberi e Laksa con una tripla garantiscono a Bologna un parziale di 1-9 per il più diciotto, 36-54. Del Pero e Pasa con le triple danno un nuovo massimo vantaggio, 38-60. Sei punti di Mitchell riducono il divario, ma Andrè con due canestri fa ripartire Bologna, 44-64 e così finisce il terzo quarto. Di Orsili il primo canestro dell'ultimo quarto, poi Zandalasini da tre, 44-69. Orsili firma due volte il più 27, prima il 46-73, poi con un 2+1 il 49-76, Barberis mette il timbro al più 35 con otto punti consecutivi: un canestro pesante, un paniere da due e un'altra tripla, 49-84. Due liberi di Pasa, poi Del Pero, 49-88, parziale di 0-15 e massimo vantaggio, più 39. Poi Bologna si ferma e la gara termina 56-88. Migliore realizzatrice Andrè con 16 punti, poi Orsili 14, Zandalasini, Laksa e Pasa 11, Barberis e Rupert 8, Del Pero 5 e Parker 4. Non impiegate Dojkic e Cinili.

 

L'Eurolega arriva a Bologna e la città non resta indifferente: Rupert, Barbertis, Pasa, Del Pero, Parker, Zandalasini, Laksa, Dojkic, Andrè, Cinili, Orsili

LA VIRTUS SPRECA E PERDE IN VOLATA

di Ezio Liporesi - Cronache Bolognesi - 04/11/2022

 

Dopo la beffa di Valencia, dove la Virtus è stata sconfitta solo grazie a un canestro segnato dalle spagnole dopo un’infrazione di piede, ecco l’esordio casalingo contro Bourges. Nel primo quarto Bologna avanti solo sul 3-2 e 8-6, poi le francesi piazzano dieci punti consecutivi, 8-16 e timeout Ticchi. Troppe palle perse dalla Segafredo, ripetendo il difetto della gara persa in Spagna. Al decimo 11-20 con le bolognesi che tirano 3 su 8 da tre ma 1 su 8 da due, più 7 palle perse. La squadra di casa si regge sempre sulle triple, 17-22, poi il secondo canestro della gara da due, 19-22, due liberi di Parker e un’altra tripla di Zandalasini (la quarta) per il sorpasso, 24-22, parziale di 13-2. Le francesi tornano avanti, 24-28, ma con sette punti consecutivi la Virtus è di nuovo sopra, 31-28. Bourges pareggia, ma la Segafredo allunga, 36-31, poi 40-36 a metà gara. Inizio favorevole anche del terzo quarto, 45-36 sulla tripla di Dojkic (8 su 16 da oltre l’arco fin qui per la Segafredo). Ivana ancora da tre per il 49-39. Brutto finale di periodo e 51-49 al 30’. Bourges torna avanti, 51-52, ma solo per un attimo, poi Bologna nuovamente sopra, 57-52. Francesi di nuovo sopra dopo un parziale di 0-7, 59-61, pareggio di Zandalasini, Virtus di nuovo sotto 61-63, Zandalasini fallisce il pareggio e vince Bourges 61-64, seconda sconfitta in volata per la Virtus, non basano i 22 punti di Zandalasini, i 13 di Dojkic e i 10 con 13 rimbalzi di Rupert, ex di turno.

 

VIRTUS SUL VELLUTO CONTRO IL GEAS

di Ezio Liporesi - Cronache Bolognesi - 11/11/2022



Gorini dà gli unici vantaggi al Geas, 0-2 e 4-5, poi continuerà ad essere per un po' la punta più temibile delle lombarde, segnando i primi 7 punti e 10 dei primi 13 della sua squadra, ma la Virtus a quel punto è già davanti anche se il Geas sta attaccato fino al 18-17, poi un parziale di 8-0, chiuso da Del Pero conduce al 26-17 di fine primo quarto. La stessa Beatrice segna il 28-17 ed inaugura le segnature del secondo periodo, poi un parziale di 0-7 riavvicina le avversarie, 28-24 e timeout Ticchi. Tripla di Zandalasini, accorcia Gorini, 31-26, poi parziale bolognese di 12-0 chiuso da Zandalasini e punteggio di 43-26. All'intervallo si va sul 45-31. Barberis tocca il più venti, 53-33, con la tripla di Del Pero si supera il più trenta, 72-40 e al 30' punteggio di 73-43. Senza storia l'ultimo quarto, con la Virtus che tocca il massimo vantaggio sul 92-57, un attimo prima della conclusione che coglie le squadre sul 92-58. Per Laksa 20 punti, 17 di Dojkic, 14 per Zandalasini e Andrè, che ha anche catturato 6 rimbalzi, seconda nella Virtus solo a Rupert che ne ha presi 8.

 

PRIMA STORICA VITTORIA DELLA FEMMINILE IN EUROLEGA

di Ezio Liporesi - Cronache Bolognesi - 11/11/2022

 

In Polonia (assente Cinili nella Virtus) Parker segna lo 0-2, Rupert il 4-7, ma poi va avanti il Polkowice e ci sta fino al 10', 19-17 dopo aver avuto anche quattro punti di vantaggio. Pareggia subito Pasa, poi la gara sta in equilibrio, ma bisogna aspettare il canestro di Andrè del 26-28 per rivedere la Virtus avanti. Le polacche tornano sopra 31-28, ma poi Bologna mette la freccia e all'intervallo è avanti 42-52 sulla tripla di Dojkic. Nel terzo quarto la squadra di casa va subito sul meno otto ma poi le V nere scappano anche a più 22 e chiudono il periodo sul 54-72. Il vantaggio della Segafredo si riduce fino al più 14, 63-77, ma Andrè e Pasa cacciano i fantasmi, 63-81. Finisce 69-88 con 24 di Dojkic, 13 di Rupert, 12 di Laksa, 11 di Andrè e 10 di Pasa, poi 6 di Zandalasini, 5 di Parker e Orsili, 2 di Barberis, non ha segnato Del Pero. Si tratta del primo storico successo della Virtus femminile in Eurolega.

Resta, G. Campanella, Del Santo, Gianolla, Parker, Dojkic, Zandalasini, Rupert, Baraldi, Moschetti (Amministratore Delegato FAAC), Ronci, Ticchi, Cinili, Del Pero, Pasa, Orsili, Laksa, Andrè, Giordani, Losi.

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA E FAAC | LA PRESENTAZIONE UFFICIALE DELLA SQUADRA FEMMINILE

tratto da www.virtus.it - 11/11/2022

 

Si è svolta oggi, presso l’azienda sponsor FAAC a Bologna, la presentazione ufficiale della Virtus Segafredo Femminile.

Il primo a prendere la parola è stato Andrea Moschetti, “padrone” di casa e Amministratore delegato di FAAC: “Sono estremamente soddisfatto e orgoglioso dei risultati ottenuti da questa squadra, infatti facciamo questa presentazione sull’onda dell’entusiasmo di due ottime vittorie in Eurolega, ma siamo ancora più felici di quella a Polkowice perchè rappresenta la prima storica. Gli obiettivi sono ambiziosi e siamo fiduciosi che verranno conquistati.”

Luca Baraldi, CEO di Virtus Segafredo: “Sono orgoglioso di essere qui oggi, FAAC è una azienda importante, che porta Bologna nel mondo e avere il suo nome sulle nostre divise e in arena è motivo di vanto per noi. Pochi anni fa Schio ci diede una lezione importante e dichiarai che in 5 anni le avremmo battuti. Siamo estremamente fieri della nostra squadra femminile, capace di vincere in Europa per la prima volta e partendo da questo vogliamo creare cultura attraverso i loro risultati. La decisione, infatti, di aprire il Paladozza è un modo per dare più ampio respiro a Basket City e identificarla nel suo senso più ampio. Pertanto voglio ringraziare Andrea Moschetti, e l’intera FAAC, che con il loro supporto ci permettono di essere portati in tutto il mondo al loro fianco, FAAC e Segafredo portano l’italianità in tutto il mondo e di questo dobbiamo esserne consapevoli.”

Paolo Ronci, Direttore generale di Virtus Segafredo Bologna: “L’Eurolega ha posizionato la Virtus 5^ nel ranking generale, questo ci fa intendere di avere alta considerazione in Europa. Ci sono parallelismi tra la squadra maschile e femminile: con i ragazzi, quando eravamo in BCL, non eravamo li per passare i gironi e disputare semplicemente le partite, ma giocavamo per vincerla. Se sei a Bologna e hai aziende come FAAC, la pressione è una cosa positiva, che ti spinge e perciò ci auguriamo che questa spinta ci dia la capacità di capire dove siamo e quanto poco manchi per raggiungere i nostri obiettivi. Voglio che si ripeta il percorso della squadra maschile e portare a casa trofei.”

Giampiero Ticchi, Coach di Virtus Segafredo Bologna: “L’altra sera siamo entrati nella storia della Virtus Segafredo: le ragazze hanno fatto una prestazione incredibile e lottiamo ogni giorno per vincere. L’altro grande obiettivo è quello di far parlare culturalmente di basket femminile sempre di più e portare grandi soddisfazioni alla società, agli sponsor e alla città. Le ragazze hanno gli stessi miei obiettivi, siamo estremamente contenti di essere qui.”

Sabrina Cinili, capitano delle V Nere: “Ringrazio per l’invito e siamo contenti del sostegno che riceviamo, sia dalla società che dagli sponsor. Noi la pressione l’abbiamo presa come una sfida, perchè il nostro obiettivo è crescere ancora e questo ci dà la voglia di competere ulteriormente, visto che ci consideriamo una squadra molto competitiva. La prima vittoria in Eurolega è per noi solo il primo mattoncino e lo scudetto rappresenta il nostro obiettivo, non ci nascondiamo.”.
 

 

PRESENTAZIONE VIRTUS FEMMINILE 2022/23

di Ezio Liporesi - Corriere dello Sport - Stadio - 12/11/2022

 

Come sta diventando consuetudine la presentazione ufficiale della Virtus Femminile è avvenuta alla FAAC di Zola Predosa nella mattinata di venerdì. La novità risiede nel fatto che l'evento, quest'anno, è avvenuto a circa trentasei ore dalla prima vittoria storica della Virtus donne in Eurolega: infatti le ragazze di coach Ticchi mercoledì sera hanno vinto in Polonia nella terza giornata della massima manifestazione europea dopo le due sconfitte nei primi turni venute comunque negli ultimi secondi dopo gare ben giocate. Alla presentazione è intervenuta  la squadra al completo con lo staff tecnico, la Team Manager Roberta Resta, il Direttore Generale Paolo Ronci e l'Amministratore Delegato Luca Baraldi. Il primo a prendere la parola è stato il padrone di casa: l'Amministratore Delegato di FAAC, Andrea Moschetti ha ricordato che da quattro anni, dalla nascita della Virtus femminile la presentazione avviene nell'azienda di Zola Predosa. Ha poi proseguito sottolineando l'importanza della data del 9 novembre, che ha visto la vittoria della Segafredo maschile a Milano, ma soprattutto la prima storica vittoria in Eurolega della formazione femminile. Luca Baraldi ha esordito riportando la soddisfazione del dottor Zanetti per il primo storico successo in una gara della più importante competizione europea. Ha poi continuato parlando dell'impegno della Virtus a diffondere sempre più il basket femminile e in quest'ottica va vista l'apertura gratuita del PalaDozza per le gare femminili. Paolo Ronci ha affermato che la Virtus deve giocare sempre per vincere e la pressione deve costituire una spinta positiva. Pressione che il coach Giampiero Ticchi non ha respinto, tanto da affermare la ferma intenzione di portare un primo trofeo alla Virtus femminile. Ha poi continuato compiacendosi della diffusione che la pallacanestro giocata dalle ragazze sta avendo a Bologna e come venga riconosciuto in città. Ancora più in là si è spinta il capitano, Sabrina Cinili, ponendo come obiettivo dichiarato lo scudetto. La stessa Cinili e Iliana Rupert hanno poi indossato le maglie ufficiali dando il via alle foto di rito che hanno poi coinvolto tutto il gruppo della Virtus Segafredo Bologna unitamente ad Andrea Moschetti.

 

PRESENTAZIONE E VITTORIA A FAENZA

di Ezio Liporesi - Cronache Bolognesi - 18/11/2022

 

La Virtus femminile è scesa in campo sabato sera  a Faenza, reduce dalla prima storica vittoria in Eurolega e dalla presentazione ufficiale avvenuta alla FAAC di Zola Predosa (rappresentata dall'Amministratore Delegato Andrea Moschetti) nella mattinata di venerdì con la squadra al completo accompagnata dallo staff tecnico, dalla Team Manager Roberta Resta, dal Direttore Generale Paolo Ronci e dall'Amministratore Delegato Luca Baraldi. Le grandi ambizioni esternate ancora una volta proprio venerdì mattina, hanno trovato subito riscontro sul campo con la tripla di Rupert, poi però la squadra di casa è passata a condurre, 5-3, ma solo per un attimo perché poi la Segafredo ha preso il comando delle operazioni, 11-18, con un parziale di 6-15 (2+1 di Dojkic, canestro di Parker, 5 punti di Zandalasini, poi 5 di Rupert), che poi porta anche la Virtus a più nove, 15-24, lo stesso fa Laksa sul 19-28, poco prima del 21-28 della prima pausa. Da due Zandalasini ed è di nuovo più nove, 21-30, poi Cecilia firma il più dieci facendo 2 su 3 in lunetta, 22-32. Faenza torna a meno cinque, 29-34, ma  Rupert e Dojkic segnano da lontano per il più undici, 29-40, poi all'intervallo si va sul 31-40. Nel terzo quarto Laksa, da tre, fa toccare alle V nere il più 14, 33-47, Parker il più 16 e il più 18, 33-51, ma poi Bologna subisce un 10-0, 43-51. Cinque punti di Parker danno respiro alla Segafredo, 43-56, ma la squadra di casa risponde con un 4-0, 47-56. Zandalasini dà il più dodici da tre due volte, 47-59 e 50-62, poi mette la terza tripla consecutiva, 50-65. Il terzo periodo si chiude sul 52-65, ma il quarto si apre ancora con Cecilia che segna due volte da tre, 52-71 e ultimi quindici punti (a 5) bolognesi della scatenata Zandalasini. Pasa da due, Rupert un canestro e il pieno in lunetta, così il parziale diventa di 5-21, per il più 25, 52-77. Con un parziale di 17-2 (unico canestro della Virtus di Andrè) le romagnole tornano a un divario meno pesante, 69-79 e così finisce la gara. Per Zandalasini 24 punti, con 6 su 7 da tre e 2 su 3 sia da due, sia ai liberi, 19 di Rupert (7 su 11), 17 di Parker (7 su 9), 8 di Dojkic, 5 di Laksa, 4 di Andrè, 2 di Pasa. Non hanno segnato Del Pero, Barberis, Orsili, non è scesa in campo capitan Cinili.

NETTA SCONFITTA CONTRO IL FENERBAHCE

di Ezio Liporesi - Cronache Bolognesi - 18/11/2022

 

Contro il Fenerbahce di Kiah Stokes, figlia di Greg che giocò due campionati nella Virtus dal 1986 al 1988 e che lascò un ottimo ricordo nonostante gli insoddisfacenti risultati della squadra, la Virtus soffre subito, 6-12. Immediata reazione e parziale di 9-2 per l'unico vantaggio della gara, 15-14 sulla tripla di Del Pero che avrebbe anche la palla per allungare nell'attacco successivo ma l'azione sfuma. La squadra turca rimedia subito con sei punti e chiude il primo quarto 15-20. La formazione ospite continua il parziale con il primo canestro del secondo periodo, poi va a più dieci, 23-33. Con un altro 9-2 le V nere tornano a meno tre, 32-35. Si va al riposo poco dopo sul 32-37. Nel terzo quarto con quattro punti di Rupert la Segafredo arriva a meno uno, 36-37, poi Bologna finisce a meno 14 due volte, la seconda sul 44-58. Parziale di 5-0, ma il Fenerbahce non si impressiona e chiude il terzo quarto sul 49-61. Il distacco non torna più sotto la doppia cifra, anzi la Virtus finisce a meno 23 e la gara si chiude sul 67-85. Per Zandalasini 18 punti, 17 Rupert, 10 Dojkic., 7 Laksa, 6 Andrè, 5 del Pero, 4 Parker, a secco Barberis e Pasa, non entrate Orsili e Cinili. Virtus che ha tirato male (45,5% da due, 23,8% da tre, 57,1% ai liberi e ha perso molti palloni, soprattutto per infrazione di 24 secondi, ma molti meriti vanno alla difesa avversaria). Dall'altra parte 20 punti di Meesseman, al debutto nella squadra turca.

SULLE ALI DI CECILIA

di Ezio Liporesi - Cronache Bolognesi - 25/11/2022

 

Contro l'imbattuta Venezia la Virtus parte male, più volte sotto di 5 punti. Primo pareggio con Parker sul 15-15, primo vantaggio con la tripla di Zandalasini, 18-17. Il parziale di 10-0 si chiude con la tripla di Laksa, 25-17. Massimo vantaggio, 30-20 sul canestro di Pasa, poi il primo periodo si chiude sul 32-23. Il secondo quarto inizia con 7 punti della Reyer, 32-30. La Segafredo prova ad allungare ma lo fa soprattutto alla fine della prima metà gara con un 5-0 frutto del canestro di Laksa e del paniere da oltre l'arco di Rupert, 48-37. Nel terzo quarto la Virtus tocca il più dodici sulla tripla di Zandalasini, 51-39, poi il più tredici con analogo canestro di Cecilia 56-43. Venezia reagisce e torna a meno sette, 61-54 e con quel distacco termine il terzo quarto, 63-56. Dojkic firma da tre l'inizio degli ultimi dieci minuti, ma fallisce il libero aggiuntivo, 66-56. Andrè conferma il più dieci, 68-58. Zandalasini da tre e Bologna va sul 71-60. Dojkic fallisce il tiro pesante che avrebbe dato il massimo vantaggio, ma Rupert tiene la Virtus a più undici, 73-62. Dojkic con mezzo bottino in lunetta dà il 74-62 e finalmente il più quattordici arriva con Andrè, 76-62, assist Zandalasini e timeout Reyer. Parker conferma il massimo vantaggio, 78-64, da tre Zandalasini lo ritocca, 81-64. Più 17 anche con i liberi di Dojkic, 83-66, più 19 con quelli di Cecilia, 85-66, poi la gara termina 85-71, con 25 punti di Zandalasini (3 su 3 da due, 5 su 9 da tre, 4 su 6 ai liberi, 4 rimbalzi, 3 assist, 30 di valutazione, 15 di Laksa, tutti nel primo tempo, 12 di Dojkic e Parker, 7 di Rupert, 8 di Andrè, 4 di Pasa, 2 di Orsili, nessuno di Del Pero che ha giocato un paio di minuti, mentre non sono entrate Barberis e Cinili. Con questa vittoria la Virtus vanbta lo stesso record della squadra veneta, otto vittorie e una sconfitta, alle spalle di Schio che ha vinto tutte le nove gare.


 

 

VIRTUS FEMMINILE SCONFITTA A RAGUSA

di Ezio Liporesi - Cronache Bolognesi - 22/12/2022

 

La Virtus riprende il cammino da Ragusa, dopo la sosta nazionali. V nere senza Dojkic e con Rupert che non entrerà in campo. Il primo canestro è di Zandalasini, Ragusa pareggia dalla lunetta, ma Parker con quattro punti porta la Segafredo sul 2-6. Virtus raggiunta, ma Laksa mette la tripla, 6-9. Cinili firma l'8-11, Parker il 10-13. Bologna di nuovo raggiunta, ma Pasa segna da tre, 13-16. Laksa conferma il più tre, 15-18, Parker porta la Virtus a più cinque, 15-20, ma Ragusa piazza otto punti consecutivi e chiude il primo quarto 23-20. Arriva la tripla di Consolini, ma Orsili risponde da lontano, 25-23. Zandalasini tiene Bologna a meno due, 27-25, poi Ragusa allunga, 32-25. La squadra di Ticchi torna a meno due, 34-32, ma il finale del tempo è di Ragusa, 40-33 al 20'. La formazione locale allunga fino al 51-40, ma la Segafredo risponde con un 1-10, chiuso da Barberis, che riapre i giochi, 51-50 al 30'. Due liberi di Parker e Bologna avanti 51-52. Ostarello da tre, ma Zandalasini fa 2+1 e la Virtus è di nuovo sopra, 54-55. Cecilia firma un nuovo sorpasso, 56-57, un altro è merito di Barberis, 58-59, poi la tripla di Laksa interrompe i sorpassi, 58-62. Un 4-0 pareggia i conti, ma Zandalasini in lunetta riporta sopra la Virtus, 62-64. Un 7-0 fa molto male, 69-64. Sul 73-68 Parker ci prova ancora, 74-72, ma ormai è tardi, finisce 76-72. Per Parker 18 punti, 17 Laksa, 16 Zandalasini, 8 Cinili, 6 Pasa, 4 Barberis, 3 Orsili, a secco Del Pero e Andrè.


 

 

7 dicembre 2022: la Virtus festeggia la vittoria al Pireo

Laksa              Resta

Zandalasini      Orsili

Pasa   Del Pero

Barberis

D'Apote      Andrè

Zambonelli

IMPRESA VIRTUS AL PIREO

di Ezio Liporesi - Cronache Bolognesi - 22/12/2022


Virtus al Pireo senza Rupert e Dojkic, aggregata anche la giovane Anna Zambonelli, già vista in campionato. Pasa fornisce l'assist a Cinili per la tripla dello 0-3. Capitan Sabrina ne confeziona uno per il canestro pesante di Laksa per il 3-6; Zandalasini ancora per Cinili, sempre da tre, 6-9. Primo vantaggio interno sull'11-10. Assist di Zandalasini per Pasa e nuovo sorpasso, 12-11, ma poi le greche vanno avanti 22-16 e chiudono il primo quarto 26-22. La squadra di casa va a più dieci, 36-26 poi, dal 40-31, le V nere piazzano un parziale di 2-9 e vanno all'intervallo sotto di due, 42-40. Un 2+1 di Parker su assist di Cinili riporta sopra Bologna, 46-47, Pasa allunga, 46-49, ma l'Olympiakos torna sopra, 50-49. Assist Cinili per Zandalasini e nuovo cambio al comando della gara, 50-51. Cecilia ricambia il favore a Sabrina, 50-53, poi Cinili dà l'assist per la tripla di Pasa, 50-56. Due liberi del capitano danno il più nove che chiude il terzo quarto, 52-61. Assist di Cinili per la tripla di Laksa, 53-64, poi Kitia firma anche il 53-66 e Del Pero il 53-68, parziale di 3-19. Pasa realizza il 59-77, massimo vantaggio poi la gara si chiude 63-79. Parker 18 punti e 9 rimbalzi, 18, Laksa 18 punti e 14 rimbalzi, Cinili 14 punti, 2 su 2 da due, 2 su 3 da tre e 4 su 4 ai liberi con anche 6 assist, Zandalasini 11 punti, 10 assist e 9 rimbalzi, ad un rimbalzo dalla tripla doppia. Poi 9 Pasa, 7 Andrè e 2 Del Pero. Senza punti Barberis, Orsili e Zambonelli. Per la prima volta una Virtus pallacanestro vince al Pireo, dove la maschile ha collezionato 7 sconfitte in Eurolega e una in Coppa delle Coppe.

 

VITTORIA A CAMPOBASSO

di Ezio Liporesi - Cronache Bolognesi - 22/12/2022
 

A Campobasso sempre senza Rupert e Dojkic. Parte bene la Segafredo, 2-11 chiuso da Laksa, 4-15 firmato Parker. Il primo quarto si chiude sul 10-19. La squadra di casa arriva al meno due, 23-25, ma con un parziale di 0-9 chiuso da Cinili la Virtus torna a più undici, 23-34. All’intervallo 27-36. Pasa e di nuovo più undici, 27-38, ma Campobasso reagisce e pareggia a quota 44. Tre liberi di Zandalasini fanno ripartire Bologna, 44-47, ma la formazione di casa sorpassa, 48-47. Un canestro e un libero su due, tutto di Andrè e V nere avanti 48-50 al 30’. Nicolodi pareggia dalla lunetta, ancora Andrè portasopra la Virtus, 50-52, ma con cinque punti consecutivi è di nuovo sorpasso interno,55-52. La Magnolia si porta anche sul 58-54, poi Laksa da tre accorcia, Milapie allunga, poi Parker con un libero su due e un canestro pareggia, 60-60. Togliani per la squadra molisana, poi Parker pareggia e sorpassa dalla lunetta, 62-64 (ultimi sette punti bianconeri tutti dell’americana). Parks sorpassa da tre, Pasa da due, 65-66. Nicolodi dalla lunetta ed è un altro cambio al comando della gara, 67-66. Un tecnico a Milapie sfruttato per pareggiare da Laksa che poi sorpassa, 67-69. Del Pero un solo libero, ma anche Nicolodi, 68-70. Zandalasini allunga, 68-72, Trimboli coi liberi riduce, 70-72. Di nuovo Cecilia, ma risponde Parks, 72-74. Zandalasini fa un solo libero ma Perry perde palla e vince Bologna 72-75. Per Parker 25 punti, 8 su 12 da due, 9 su 10 in lunetta e 9 rimbalzi; Zandalasini 17 punti e 9 rimbalzi, Laksa 12 punti e 6 rimbalzi; Pasa 10 punti. Poi Andrè 5, Del Pero 4, Cinili 2. A secco Barberis e Orsili, non entrata Zambonelli.

 

SCONFITTA LA VIRTUS IN UNGHERIA

di Ezio Liporesi - Cronache Bolognesi - 22/12/2022

 

La Virtus femminile vola in Ungheria ancora senza Dojkic e Rupert, c'è la giovane Sofia Roccato, già alcune volte in squadra. Parte forte Bologna, 2-11 firmato Zandalasini dopo un parziale di 0-9, ma la squadra di casa impatta a quota 14. Laksa da tre e Cinili da due permettono alla Segafredo di tornare avanti 14-19, poi il primo quarto si chiude 16-19. Primo vantaggio interno sul 20-19. La gara sta un po' in equilibrio poi sul 24-24 cinque punti di Laksa mandano ancora avanti le V nere, 24-29, ma le ungheresi pareggiano, 32-32 e con questo punteggio si va all'intervallo. Canestro del 3234 di Cinili, poi 34-36 firmato Parker. Pasa con un libero su due e un canestro dà il 36-39. Laksa, sfruttando il tecnico all'allenatore di casa, segna il 36-40. Laksa da tre per il 39-43, ma un 12-0 ribalta tutto, 51-43. Zandalasini sblocca la Virtus, 51-45 al 30'. Subito incrementato il distacco, 53-45, ma poi Zandalasini, Parker e Andrè con un parziale di 0-6 riavvicinano Bologna, 53-51. Laksa porta la Segafredo a meno uno, 55-54, Parker sorpassa, 55-56, parziale di 2-11. Lo Szekszard risponde con un 6-0, 61-56 ed è l'inizio di un finale nel quale la Virtus non riesce più ad avvicinarsi, finisce 73-64.

 

DEMOLITA SASSARI

di Ezio Liporesi - Cronache Bolognesi - 22/12/2022

 

Contro la Dinamo Banco di Sardegna Sassari fuori ancora Dojkic, Rupert nelle dieci ma senza scendere in campo. Holmes segna il primo canestro per la squadra sarda, ma Bologna risponde con un 7-0 iniziato da un libero di Cinili e chiuso da sei punti di Pasa in penetrazione, 7-2. La Dinamo arriva a meno uno, 7-6, poi sul 9-8 tecnico alla panchina ospite. Laksa mette il libero e Andrè allunga, 12-8. Sul 14-11 la Segafredo scappa: 7 punti nei due minuti abbondanti fino a fine periodo, 21-11, altri dieci nei cinque primi minuti del secondo quarto, 31-11. Bologna tocca anche più volte il più 23 e così chiude la prima metà gara, 45-22. Parker segna il più trenta, 53-23. Il terzo quarto termina 68-35. La tripla di Zandalasini dà il più 42, 88-46, poi la gara termina 88-52. Per Parker 18 punti e 8 rimbalzi, Andrè 15 punti e 7 rimbalzi, Zandalasini 14 punti e 7 assist, Barberis 9 punti, 9 rimbalzi e 5 assist, Orsili 9 punti, Pasa 8, Del Pero 7, Cinili e Laksa 4.

 

PRAGA DOMINA A BOLOGNA

di Ezio Liporesi

 

Rientra in campo Rupert contro Praga, ma ancora fuori Dojkic. Subito sotto la Virtus con Praga che conquista tanti rimbalzi in attacco, 4-9 e timeout Ticchi. Bella risposta bianconera: Zandalasini, Parker e Laksa costruiscono il 6-0 per il sorpasso, 10-9 e questa volta il timeout è per la squadra ospite, che ne esce con un parziale di 0-9 per il 10-18 di fine primo quarto. La tripla di Orsili illude, 13-18, i liberi di Parker ribadiscono il meno cinque, ma poi la Segafredo affonda, 19-38. Con un parziale di 9-2 le bolognesi si riavvicinano, 28-40, ma arriva il canestro di Jones (ovviamente a rimbalzo offensivo) in chiusura di secondo quarto, 28-42. Laksa segna il 30-42, Zandalasini il 32-44, ma poi Praga scappa lontano nuovamente, 34-54. Con un altro parziale di 9-2 la Virtus ci prova, 43-56, poi il terzo quarto termina 45-60. Senza storia l'ultimo quarto, la Segafredo sprofonda più volte a meno 25 e perde 61-85. Per Zandalasini 14 punti, per Parker 13 e 12 rimbalzi, ma brutte le cifre: 45,5% contro 50% da due, 15,4% contro 26,7%, 75% contro 76,8% ai liberi, e addirittura impietoso  il conto dei rimbalzi, 31 a 61.

 

DOMINIO SEGAFREDO A BRESCIA

di Ezio Liporesi - Cronache Bolognesi - 30/12/2022

 

A Brescia la Segafredo si presenta ancora priva di Dojkic, però prossima al rientro. La gara completa l’ultimo turno di andata (le altre partite si sono disputate nel giorno di Santo Stefano). Segna subito Parker; la squadra di casa sorpassa 4-2, ma la Virtus segna quindici punti consecutivi, 4-17. Il primo quarto termina 16-38. Nel secondo periodo la Segafredo tocca il più trenta, 20-50. La formazione lombarda riduce il divario e all'intervallo punteggio di 36-57. Nel terzo quarto Brescia arriva anche a meno undici, 53-64. Al 30' Virtus avanti di 16 punti, 55-71. Nell'ultimo quarto le V nere controllano e vincono 69-88. Per Laksa 19 punti, per Rupert 18 e 9 rimbalzi, per Zandalasini 10. Tutte le giocatrici di coach Ticchi hanno segnato, ad eccezione di Del Pero: seguono infatti Andrè e Cinili 8, Parker, Barberis e Pasa 7, Orsili 4. A fine girone d’andata ecco la classifica delle prime: dietro Schio, a punteggio pieno con 13 successi, ci sono Virtus e Reyer con 11 vittorie, ma la Segafredo è davanti avendo vinto il confronto diretto.


 

 

DOLCE CAPODANNO A CREMA

di Ezio Liporesi - Cronache Bolognesi - 06/01/2023

 

A Crema Virtus al completo, ma la rientrante Dojkic non scende in campo, come pure capitan Cinili (e come, dall’altra parte, l’ex bianconera d’Alie). All’andata, nell’opening day di Cagliari, Crema era squadra ospitante, ma la squadra sconfitta avrebbe giocato in casa il ritorno e così la gara del capodanno bianconero si disputa a Crema. Parte benissimo la squadra di casa, 11-2, e la Segafredo raggiunge la prima parità sul 17 a 17, canestro di Andrè. La formazione lombarda riprende slancio e chiude il primo quarto 21-17. Due liberi e un canestro di Andrè, con in mezzo un paniere di Barberis costruiscono uno 0-6 per il primo vantaggio bolognese, 21-23. Meresz pareggia, Laksa segna da tre, Melchiori impatta con una tripla, Meresz riporta avanti Crema; pareggia Zandalsini, sorpassa Laksa, ma Dickey fa 30-30. Tripla di Zandalasini, due liberi di Barberis e due canestri di Parker ed è uno 0-9 che lancia Bologna, 30-39. Laksa porta la Virtus a più dieci, 32-42, Rupert a più dodici, 35-47 e così si chiude il secondo quarto. Le V nere toccano il più sedici con Pasa, 39-55, Laksa firma il più venti, 44-64, poi il più 25, 45-73, poco dopo il più 26, 50-76, punteggio di fine terzo periodo. Nell’ultimo quarto è di Parker il canestro del più trenta, 52-82. Pasa allo scadere segna un libero su due: è il 64-98, punteggio finale ma anche massimo vantaggio bolognese. Sei giocatrici della Segafredo in doppia cifra: per Laksa 25 punti, 6 su 9 da tre, 2 su 4 da due e 3 su 5 ai liberi; per Andrè 15 punti (6 su 7 da due e 3 su 4 in lunetta) e 8 rimbalzi; per Parker 14 punti, 12 per Rupert con 7 rimbalzi e 10 per Zandalasini e Pasa. Poi 7 punti Del Pero, 4 Barberis e 1 Orsili. Tutte le giocatrici della Virtus scese in campo hanno realizzato punti. Ala fine il grido di Cecilia: “Era la prima volta nella mia vita che giocavo una partita il primo gennaio. Perché? Con un campionato italiano che finisce il 26 marzo, non c’era veramente possibilità di spostare questa partita?”

 

LA VIRTUS CROLLA NEL FINALE

di Ezio Liporesi - Cronache Bolognesi - 06/01/2023
 

Contro Valencia rientra Dojkic e Virtus al completo. Rupert da tre, ma poi le spagnole sorpassano 5-7. Parziale di 8-0 per il 13-7, ma Valencia pareggia subito, 13-13. Tripla Zandalasini, poi Laksa da due e da tre, poi il canestro pesante di Barberis, 11-0 che frutta il 24-13. Al termine del primo quarto Valencia si è un po' avvicinata, 24-17. Segna Dojkic, 26-17, ma le spagnole ricuciono fino al 28-27. Bologna riparte e una tripla di Laksa dà il 43-31 poco prima dell'intervallo a cui si va sul 43-33. Tre liberi di Laksa, poi i canestri di Pasa e Parker, 50-33. Otto punti consecutivi della squadra ospite portano il punteggio sul 50-41. Bologna torna a più tredici, 54-41, poi subisce sette punti, 54-48, ma alla fine del quarto riprende un po' quota, 61-51 al 30'. Parker e Andrè fanno volare la Segafredo, 65-51. Arriva un parziale di 1-11 a riaprire la gara, 66-62. Un libero di Laksa e un canestro di Parker su assist di Zandalasini fanno rifiatare le V nere, 69-62. Cecilia segna il 71-63 a meno di tre minuti. Bologna sbaglia tanto e Rupert sul più due commette fallo in attacco. Valencia pareggia. Parker con due liberi, 73-71. Ouvina pareggia e subisce fallo, ma sul libero fallito il rimbalzo è per le spagnole che sorpassano, 73-75. Zandalasini ci prova ma fallisce. Come all'andata una sconfitta bruciante. Parker 24 punti e 8 rimbalzi, Laksa 14 punti, Zandalasini 11 con anche 8 rimbalzi e 8 assist. Le altre segnano tutte tranne Del Pero.

 

A SAN MARTINO DI LUPARI LA VIRTUS VOLA NELLA SECONDA PARTE DI GARA

di Ezio Liporesi - Cronache Bolognesi - 13/01/2023

 

A San Martino di Lupari Virtus al completo. Parte fortissimo la squadra di casa, 7-0, poi 11-4, 15-7 e il primo quarto termina 18-11. Altra partenza a razzo del Fila nel secondo periodo, sei punti per il 24-11. Con un parziale di 2-16, chiuso da due liberi di capitan Cinili,  la Segafredo sorpassa, 26-27. Si procede con vantaggi minimi ora dell'una, ora dell'altra squadra e a metà gara Bologna avanti 37-38. Cinque punti di Parker fanno finalmente partire meglio al Virtus nel terzo quarto, 37-43. Pasa firma il 39-47, ma le venete dimezzano subito il distacco, 43-47. Un altro parziale di 2-16 chiude il periodo, 45-63 (8-25 nel terzo quarto). Senza storia l'ultimo quarto. Andrè, con canestro più aggiuntivo, fa toccare alla Virtus il più venti, 53-73, la tripla di Dojkic fissa il più 23 finale, 57-80. Parker 20 punti, 7 su 10 da due, 2 su 2 da tre, poi 15 di Andrè e 11 di Dojkic. Tutte le giocatrici della Virtus hanno giocato, solo Rupert non ha segnato. Laksa e Zandalasini si sono fatte notare più per i rimbalzi, rispettivamente 9 e 8. che per i punti realizzati.

 

ANCORA UNO SPRINT FATALE ALLA VIRTUS FEMMINILE

di Ezio Liporesi - Cronache Bolognesi - 13/01/2023
 

A Bourges Virtus al completo, ma Orsili non entrata. Si inizia con la tripla di Laksa su assist di Rupert, bissata subito da quest'ultima su invito di Pasa, 0-6. Poi la squadra di casa riduce il divario, ma Bologna sta sempre avanti fino al 19-19, per poi tornarci con un canestro di Dojkic, ma alla prima pausa è di nuovo parità, 21-21. Il secondo quarto si apre ancora con Dojkic a segno (assist di André), poi le francesi sorpassano e allungano, 27-23. Andrè con due liberi e Dojkic impattano. Segna Duchet da due, ma Zandalasini da tre riporta sopra Bologna, 29-30. Quattro punti di Rupert e la Segafredo vola 29-34, poi è ancora avanti a metà gara, 33-37. In apertura di terzo quarto la tripla di Parker dà il massimo vantaggio a Bologna, 33-40. Un parziale di 10-2 riporta sopra la formazione di casa, 43-42. Nuovo sorpasso di Rupert, poi Lajsa da tre, 43-47. Nuovo pareggio a quota 49, poi Rupert in lunetta chiude il terzo quarto, 49-51. Bourges pareggia a quota 51 e 53, poii arriva la tripla di Del Pero, 53-56, ma Bologna torna sotto, 57-56. Sorpasso di Andrè, 57-58, ma un parziale di 5-0 lancia la formazione francese, 62-58. La Virtus torna in parità, 62-62, poi anche avanti con Andrè, 63-64. Vantaggio che dura poco e Bourges riprende quattro punti di margine. Due liberi di Parker e la tripla di Laksa riportano sopra le ragazze di Ticchi, 70-71. Torna sopra Bourge, ma Parker dalla lunetta fa 72-73, ma lo sprint finale è delle francesi che vincono 79-74. Le migliori per Bologna sono Parker, 20 punti e 6 rimbalzi, e Rupert, 18+10. Zandalasini molto spremuta, 34 minuti in campo, ma solo 3 su 14 dal campo, prestazione al tiro solo parzialmente rimediata dai 6 assist.

 

TUTTO FACILE A SAN GIOVANNI VALDARNO

di Ezio Liporesi - Cronache Bolognesi - 20/01/2023

 

A San Giovanni Valdarno contro la Galli Bruschi dell'ex capitano Elisabetta Tassinari non c'è Parker e Zandalasini è nelle dieci ma non entra. La Segafredo ha vita facile; va subito 4-21, sul canestro di Rupert, e lo stesso distacco mantiene al decimo minuto, 8-25, firmato ancora dalla giocatrice francese. Il distacco sale nel secondo parziale, 19-44 a metà gara, punteggio fissato ancora dalla numero 12 bianconera. Nel terzo quarto le V bere toccano il più quaranta un paio di volte e chiudono sul 33-71. Ultimo quarto senza storia, finisce 53-89. Per Rupert in 24 minuti 28 punti, 10 su 15 da due punti, 1 su 1 da tre e 5 su 5 ai liberi più 13 rimbalzi; per Dojkic 16 punti e 11 rimbalzi, 14 punti di Laksa; seguono Orsili 8 punti, Andrè 7, Del Pero 6, Pasa e Barberis 5; non ha segnato capitan Cinili. Dietro Schio, a punteggio pieno dopo 16 turni, sono appaiate Virtus Segafredo e Reyer Venezia, con la formazione bolognese seconda in virtù della vittoria nel confronto diretto.

 

RITORNA AL SUCCESSO IN EUROLEGA LA VIRTUS FEMMINILE

di Ezio Liporesi - Cronache Bolognesi - 20/01/2023

 

Contro Polkowice, già sconfitta all'andata a domicilio, la Segafredo è al completo (Parker e Orsili però non entreranno. Parte malissimo Bologna, 0-10, 2-13, 6-21. Un parziale di 11-2 riporta più vicino la Virtus, 17-23, ma al decimo sono nove i punti da recuperare, 17-26. Un antisportivo guadagnato da Pasa segna l'inizio del secondo quarto: due liberi a segno per Francesca, poi il canestro di Laksa che poco dopo mette la tripla, 7-0 di parziale e Virtus a meno due, 24-26. La squadra di Ticchi arriva anche a meno uno, 29-30, poi la svolta sul 34-37:quattro punti di Dojkic per il sorpasso, poi due liberi di Laksa e un canestro di Rupert, 1 su 2 in lunetta di Dojkic e un altro paniere di Rupert completano il parziale di 11-0, 45-37.  All'intervallo si va sul 45-39. La squadra polacca torna vicina, 47-45, ma Bologna riparte e va sul 59-48, poi sul 63-51. Alla fine del terzo quarto punteggio di 65-55. La squadra ospite arriva due volte a meno sei, ma la Segafredo riparte con le triple, la prima volta di Laksa, 72-63, la seconda di Cinili, 75-66. Poi capitan Sabrina mette anche la tripla del 78-68. Le V nere arrivano anche a più quindici e vincono 89-76. Quattro giocatrici in doppia cifra: Laksa 25 punti con 5 su 11 da tre, 3 su 6 da due e 4 su 4 in lunetta; 15 punti per Zandalasini (più 8 rimbalzi), Rupert (anche 5 rimbalzi e 7 assist) e Dojkic; poi 8 Andrè (24 di +/-), 6 Cinili, 2 Del Pero e 3 Pasa. Non ha segnato Barberis.

UNA GRANDE VIRTUS TRAVOLGE SCHIO E RIAPRE LA REGULAR SEASON

di Ezio Liporesi - Cronache Bolognesi - 27/01/2023

 

In campionato, dopo quattro trasferte, la Segafredo torna a giocare in casa e l'avversaria è Schio. Manca la Parker, infortunata, Orsili non entra, Del Pero gioca solo un minuto, le altre otto costruiscono una grande partita. Strepitosa Rupert, 25 punti, 4 su 5 da due, 5 su 6 da tre, 2 su 2 ai liberi, più 9 rimbalzi; 23 per Zandalasini, 21 per Dojikic, 11 per due delle tre ex di Schio Laksa e Andrè (l'altra è Del Pero), per Olbis anche 9 rimbalzi, 2 per Pasa, 1 Barberis, senza punti Cinili. La Segafredo ha tirato con il 61% da due punti e il 46 da tre. Dopo tre vantaggi di due punti nei primi momenti della gara, Schio allunga 8-16 e 10-18, Un parziale di 11-1 (triple di Rupert, Dojkic e ancora della francese, poi il canestro di Andrè) riporta le V nere in vantaggio, 21-19 al primo stop. Si riparte nel secondo periodo come si era finito nel primo, Andrè a bersaglio, 23-19 e parziale diventato 13-1. La squadra veneta torna avanti 28-32, ma un'altra spallata violenta della squadra di Ticchi indirizza la gara: due parziali di 11-0 con in mezzo la tripla di Mabrey per Schio, il primo aperto e chiuso da canestri di André per il 39-32; il secondo iniziato con un canestro di Zandalasini e terminato con due liberi di Dojkic per il 50-35. Ivana mette poi il paniere del 52-36 che manda le squadre all'intervallo dopo un parziale di 24-4. Nel terzo quarto, con cinque punti consecutivi di Zandalasini, la Virtus arriva al più 18, 57-39, distacco poco più tardi ribadito da Laksa, prima con il canestro del 62-44, poi con un libero su due per il 67-49. Sette punti consecutivi della squadra campione d'Italia, riaprono i giochi, 67-56, ma Zandalasini risponde da tre e Barberis fa 1 su 2 in lunetta, 71-56 al 30'. Sul 77-64 Bologna subisce un parziale di 2-9 e la gara si riapre, 79-73. Due liberi di Dojkic e la tripla di Laksa rilanciano la Segafredo, 84-73. Una altro canestro pesante dell'ex giocatrice di Schio firma l'87-75. La formazione ospite torna al massimo a meno nove, ma la Virtus conclude senza patemi, 94-80, ribaltando anche il doppio confronto. Con la sconfitta di Venezia, ora la Virtus è solitaria al secondo posto a soli due punti da Schio che non perdeva in regular season da 769 giorni.

 

CROLLO FINALE A ISTANBUL

di Ezio Liporesi - Cronache Bolognesi - 27/01/2023

 

A Istanbul contro il Fenerbahce non c'è ancora Parker e l'inizio è tutto in salita, 12-2. La Segafredo non crolla e con uno 0-7 proprio in chiusura di quarto chiude a meno tre i primi dieci minuti, 22-19. Nel secondo quarto la squadra turca prende progressivamente il largo, 46-32. Nel terzo quarto dove essere finita a meno 16, 50-34, la Segafredo arriva a meno nove con Cinili, 61-52, poi con Zandalasini, 63-54, poi chiude a meno undici al 30', 67-56. Nell'ultimo quarto Bologna scompare e il Fenerbance vola a più ventotto, 92-64, per chiudere poi 95-73.