GIANCARLO MARINELLI

(dirigente)


nato a: Bologna

il: 04/12/1915 - ?/05/1987

Stagioni alla Virtus:

Clicca qui per Giancarlo Marinelli giocatore

 

MARINELLI, UN UOMO PER TUTTI I RUOLI

tratto da "Il Mito della V Nera" 1871-1971 di A. Baraldi e R. Lemmi Gigli)
 
A primavera 1949, dimissionario ul presidente Lambertini, folte nubi tornano ad addensarsi ai vertici della società (la SEF Virtus) in coincidenza dell'assemblea indetta per il 27 marzo nei locali della Banca Popolare. Torna a galla la questione dell'impianto di via Valeriani e con essa la posizione non troppo univoca del suo nuovo proprietario (e nostro consigliere) comm. Dall'Ara, che fra l'altro ha imposto un affitto retroattivo e non aderisce alla richiesta di intitolare il campo al nome del suo creatore, il compianto presidente Alberto Buriani. La discussione, accantonata in sede assembleare, scoppia nuovamente in seno al consiglio uscito fresco fresco dalle elezioni, con presidente Agostino Mezzetti e membri Baracchi, Brini, Dall'Ara, Dotti, Goldoni, Lambertini presidente uscente, Gaetano Maccaferri, Marinelli, Masetti, Miliani, Negrini, Osti, Arrigo Sarti, Cesare Sarti e Tamburi. Conclusione, Mezzetti non accetta la presidenza e con lui si dimettono Lambertini, Maccaferri, Miliani, Negrini e Tamburi. Tutto è rinviato di conseguenza all'assemblea straordinaria che la sera del 19 aprile, nella Sala dei Fiorentini (dirige come sempre l'avv. Renzo Calvi), elegge per acclamazione a presidente il comm. Mario Negroni, ancora una volta sensibile all'appello della sua vecchia Virtus. Lo affiancano venti consiglieri: cav. Aurelio Brini, che anzi durante l'indisposizione del presidente dirigerà di fatto la società, ing. Gustavo Baracchi, Agostino Mezzetti, signora Tosca Buriani, comm. Renato Dall'Ara, Renato Dotti, rag. Carlo Fischer, Astorre Fontana, comm. rag. Luigi Goldoni, dott. Luigi Grandini, Vittorio Masetti, comm. Giuseppe Miliani, rag. Ivo Monari, cav. Bruno Negrini, cav. Carlo Osti, rag. Recchioni, comm. Arrigo Sarti, comm. Cesare Sarti, comm. Guido Tamburi e avv. Guido Tarozzi. Segretario generale l'ing Baracchi, nominato poi in settembre presidente del Comitato Provinciale del C.O.N.I. e quindi rimpiazzato per il 1950 alla segreteria della Virtus dal dott. Luigi Grandini, mentre Garulli e Marinelli vanno a completare lo schieramento dirigenziale. Queste al 31 dicembre 1949, le forze della società: benemeriti 3, sostenitori 22, effettivi 444, allievi 510.