2014-15

di Ezio Liporesi per Virtuspedia

Formazione: Roberto Brunamonti, Claudio Coldebella, Mattia Mazza, Umberto Zucchini, Michele Brina, Fabio Ponzellini, Giampaolo Amato, Nicola Gennasi. Allenatore Giorgio Bonaga.

AMICHEVOLI

Playground dei Giardini Margherita (Bologna - 21/06/2015)       
Derby nell'ambito di Reunion Primo Raduno Mondiale dei Laureati Università di Bologna
Virtus Reunion - Fortitudo Reunion                                                                                62-55
Mazza 20, R. Brunamonti 17, Zucchini 16, Coldebella 7, Brina 2, Ponzellini, Amato, Gennasi. All. Bonaga

 

 

Il Magnifico Rettore dell'Università Dionigi con Brunamonti

 

Roberto Brunamonti e Claudio Coldebella

 

Roberto Brunamonti

BRUNAMONTI IN CATTEDRA DAVANTI AL MAGNIFICO RETTORE

di Ezio Liporesi per Virtuspedia

 

Bologna 21 giugno 2015, a chiudere la tre giorni di Reunion, primo raduno mondiale dei laureati dell'Università di Bologna, il derby vecchie glorie Virtus-Fortitudo, alla presenza del Magnifico Rettore Dionigi e del presidente della Virtus Villalta. Nelle file della Virtus il capitano Roberto Brunamonti, accolto da un'autentica ovazione, Claudio Coldebella a riformare la coppia del primo trionfo europeo e dei tre scudetti consecutivi, Umberto Zucchini e Fabio Ponzellini, che giocarono nelle giovanili, Umberto con anche apparizioni in amichevoli della prima squadra; poi il medico della Virtus Giampaolo Amato, con un passato di giocatore di serie B, Nicola Gennasi; infine Mattia Mazza e Michele Brina, al loro "esordio" in Virtus, convocati, vista l'occasione, come esponenti del Cus Bologna, fresco campione d'Italia universitario. Sulla panchina Giorgio Bonaga, che in Virtus ha giocato nelle giovanili, poi in prima squadra e ora colleziona presenze in queste occasioni rievocative. Sull'altra panchina Matteo Boniciolli, già allenatore della Virtus, ma ora allenatore della Fortitudo, che ha appena condotto in A2. In campo il capitano di quella squadra, Lamma, un quasi ex, visto che il suo addio al basket verrà annunciato qualche giorno dopo questa serata. Quintetto iniziale per la Virtus Coldebella, Mazza, Zucchini, Ponzellini, e Brina.

Nel primo tempo i bianconeri, trascinati da Zucchini, precisissimo al tiro, prendono qualche punto di vantaggio. Poi i biancoblù rimontano, passano anche un attimo in vantaggio, poi entra Brunamonti, che comincia a elaborare azioni in duetto con Coldebella tenendo la Virtus avanti. Proprio la grinta dei due è il fattore che più caratterizza la gara. Nel secondo tempo si scatena Mazza e continua il suo show Brunamonti, fatto di canestri, rimbalzi, assist perfetti, pregevole un suo lancio lungo per il canestro di Mazza; ma soprattutto una grande condizione fisica, a dispetto dei suoi 56 anni, che gli permette anche una notevole capacità di corsa, e come sempre una grande voglia di vincere, tanto da accelerare le rimesse, come ai tempi in cui si faceva passare la palla dagli spettatori della prima fila del parterre. Il cambio con Coldebella a un minuto dalla fine viene salutato da un lungo applauso. Alla fine vince la Virtus 62-55, con 20 punti di Mazza, 17 di Brunamonti, 16 di Zucchini, 7 di coldebella e 2 di Brina. Conclusione con le foto del folto pubblico bianconero con i suoi indimenticati beniamini. Lo stesso pubblico che la sera prima aveva avuto modo di ascoltare ed applaudire Ettore Messina che nella cornice suggestiva di Piazza Santo Stefano, sempre nell'ambito di Reunion, ha parlato di leadership.