GIORGIO BUZZAVO

nato a: Treviso

il: 05/08/1947

altezza: 200?

ruolo: ala

numero di maglia: 10

Stagioni alla Virtus: 1966/67 - 1967/68 - 1968/69 - 1969/70 - 1970/71 - 1971/72

(in corsivo la stagione in cui ha disputato solo amichevoli)

biografia su wikipedia

 

I CAPITANI

di Claudio Pea - "Il mito della V nera 2 - 1971-1994"

 

...

Cominciando dal primo dell'era moderna, il Giorgio Buzzavo, scarpe grosse e cervello fino, di marca trevigiana e d'estrazione contadina, del cui valore sono buoni testimoni il presente e la carica di Presidente della Benetton. Magari il ragazzone dei tempi bolognesi non era proprio una cima: volontà da vendere, braccia forti, ma mani grevi.

Eppure quando di lui ci fu bisogno per salvare appunto la tradizione, quando la Virtus si trovò sull'orlo del tracollo e l'onta incancellabile della retrocessione in serie B stava per macchiare le divise dei cavalieri neri, eccolo vestirsi da eroe negli spareggi-salvezza di Cantù, ancora nella mitica "Parini", contro Livorno e Biella.

Nel '72 non si segnava come oggi e, se poi la paura faceva novanta, non si arrivava nemmeno a sommare cento punti in due. Insomma, metterne insieme da soli una ventina a partita, era un'impresa davvero tosta, specie per Buzzavo che cannoniere non è mai stato, ma che in quel fine settimana, per amor di Virtus, lo diventò. E fu primo della classe, mentre uomo e capitano, già lo era da un pezzo.

...

 

Giorgio Buzzavo è nato a Treviso nel 1947. Ala-pivot di 198 cm, arriva a Bologna nell'estate 1967 ed entra nel roster virtussino. La squadra, abbinata Candy, si classifica terza. Usato come cambio dei lunghi, Buzzavo cresce gradatamente il suo minutaggio ed è prezioso negli spareggi per la permanenza in A alla Palestra Parini di Cantù nella primavera '71, disputati contro Cecchi Biella e Libertas Livorno. L'anno dopo venne nominato capitano e termina, nella primavera '73, la carriera bianconera. In totale ha realizzato 306 punti in 100 presenze di campionato vincendo nel '70, assieme a Rundo, l'argento ai mondiali militari di Teheran. Attualmente è presidente della Pallacanestro Treviso.