TERRY DALE WERNER

 

nato a:

il: ?/?/1943

altezza: 202

ruolo: centro

numero di maglia: 8

Stagioni alla Virtus: 1965/66

 

Tratto da Basket - periodico della FIP - Luglio 1966

 

Il parere del coach Mario Alesini: è un eccellente rimbalzista, rapida la sua apertura in contropiede. Abbastanza veloce per un "duemetri". Solo è molto impacciato da fermo con la palla in mano. Buono il suo comportamento, anche se di indole introversa. Nei confronti degli arbitri ha avuto incomprensione assoluta, all'inizio, con proteste; in seguito, incomprensione senza proteste. Ha avuto bisogno che gli si insegnasse come muoversi sotto canestro.

 

QUANTE STAR "USA" NEL CIELO DEL BASKET BOLOGNESE

di Giovanni Cristofori - Il Resto del Carlino - 22/08/1974

 

Werner, pivot americano di 203 centimetri, protagonista di un mediocre precampionato, poi discusso durante l'anno dal pubblico per il suo gioco poco spettacolare. Dotato di una grande tecnica e di ottimi fondamentali, sfondò definitivamente l'anno dopo a Pesaro. Nella Candy segnò 336 punti.

 

ALESINI TUTTO-FATTI

di Aldo Giordani - Giganti del Basket - Marzo 1968

 

...

A Bologna gli affidarono la Candy, ma non pochi degli atleti - coi quali aveva giocato - in campo non gli davano retta, e pretendevano di giocare a modo loro. Così ottennero il formidabile risultato di far sembrare un... "bidone" quell'asso che è Ted Werner. A Werner, il buon Mario aveva creduto subito. "Certo - diceva - un pivot, per farlo rendere, bisogna dargli la palla". Werner, nella Candy di allora, di palle ne vedeva poche. E fu un'annata deludente. Come spesso avviene. Le nubi si addensarono su coloro che avevano meno colpe. E Alesini, quando da Pesaro gli fecero delle proposte, non si fece pregare due volte. Ma - per dimostrare che lui aveva visto giusto - volle portare con sé l'allora discusso e invece ottimo Ted. I fatti gli hanno dato ragione. Werner e il Pesaro di Alesini hanno disputato l'anno scorso un eccellente campionato.

...