2012-13

di Ezio Liporesi per Virtuspedia

 

MATTEO MILLINA... UN CAMPIONE DI CASA NOSTRA

di Pier Francesco Prata - www.comune.castenaso.bo.it - 17/06/2013

 

Da diversi anni a Castenaso la passione per la pallacanestro è molto forte: tanti giovani, fin dalla tenera età, hanno praticato o continuano a praticare questo meraviglioso sport nelle strutture cittadine. Uno di loro, Matteo Millina, nel 2005 è stato chiamato a far parte delle giovanili di una delle squadre italiane più blasonate: la Virtus Bologna.

Pochi giorni fa Matteo e la sua squadra, durante le finali nazionali a Udine, si sono laureati campioni d’Italia nella categoria under 19: si tratta del secondo trionfo consecutivo, dopo il titolo del 2012.

La Virtus ha dominato il campionato fin dall’inizio, raggiungendo il primo posto nel girone e qualificandosi per la fase finale, vinta grazie a un gruppo pieno di talento e unito anche fuori dal campo, guidato in panchina da Giordano Consolini, ex allenatore della prima squadra.

“è stato sicuramente un anno faticoso, ma avere raggiunto questo risultato è davvero una bella sensazione. Fin da ottobre ci siamo allenati duramente e abbiamo affrontato partite in diverse regioni, senza mai saltare un giorno di scuola”. Il giovane playmaker frequenta il quinto anno al liceo Giordano Bruno di Budrio, e si allena tutti i giorni a Bologna, spesso anche la domenica. Ciò non ha influito sui suoi risultati scolastici: negli ultimi due anni ha mantenuto una media di voto intorno all’otto, studiando dopo gli allenamenti la sera fino a tardi, o perfino sul pullman di ritorno dalle trasferte.

Per Matteo, che durante questa stagione è anche riuscito a esordire in serie A contro Biella, ora si presenta un’altra sfida: la maturità, per cui si sta preparando con la stessa dedizione e lo stesso impegno che mette sul campo in ogni partita. Dopo una settimana dedicata alla palla a spicchi, è il momento degli autori latini e delle equazioni matematiche, in attesa del futuro. Finita la trafila delle giovanili, infatti, per il nostro concittadino si aprono le porte del basket professionistico: magari in una squadra fuori Bologna, sempre sotto il controllo della società che in questi anni ha investito su di lui, la Virtus. Il tutto senza dimenticare lo studio: “Mi piacerebbe continuare, sono interessato al corso di laurea in fisioterapia. Lo studio è una risorsa fondamentale per il futuro, soprattutto in questo particolare momento”.