GIANNI PAULUCCI

Paulucci oggi, nelle vesti di presidente del Circolo Velico Ravennate (foto tratta da www.ravennanotizie.it)

nato a: Bologna

il: 07/04/1937

altezza:

ruolo:

numero di maglia:

Stagioni alla Virtus: 1955/56 - 1956/57

(in corsivo la stagione in cui ha disputato solo amichevoli)

 

PAULUCCI: "I RICORDI NESSUNO POTRÀ RUBARMELI"

di Ezio Liporesi per Virtuspedia

 

Un diciannovenne Gianni Paulucci divenne campione d'Italia nel 1955/56 con le V nere. Collezionò 3 presenze e mise a segno un punto nella penultima giornata contro la Ginnastica Triestina, ultima gara casalinga, caratterizzata da un clima di festa, in un torneo in cui la Virtus vinse con 11 punti di vantaggio sulla seconda, l'Olimpia Borletti Milano. Nella stagione successiva disputò solo amichevoli, poi si concluse la sua parentesi virtussina, ma non quella con la pallacanestro. Lo stesso Paulucci ricorda:" Ho praticato scherma, nuoto (sono sub) e vela. Ho giocato in Virtus ed in Fortitudo, di quest'ultima sono stato anche dirigente per oltre dieci anni ed ho portato in Italia il grande Barone (Gary Shull)". Lo sport ha continuato a far parte della sua vita: "Da quasi 50 anni mi occupo di navigazione a vela - continua Paulucci -, sono stato per 20 anni ai vertici della Federazione Italiana vela (della quale sono stato anche Vice Presidente Nazionale) ed attualmente sono Presidente del Circolo Velico Ravennate, navigo sulla mia imbarcazione a vela (13 mt) e continuo a lavorare nell'Azienda di famiglia (Assicurazioni)". Gianni ha ricordi comunque indelebili di quel lontano scudetto: "Avevo delle foto (poche) di quel meraviglioso periodo ma sono andate perdute mentre la medaglia d'oro del titolo mi è stata rubata durante un furto perpetrato a casa da ignoti ladri. Di ricordi ne ho alcuni e quelli non possono andare dispersi e nessuno potrà rubarmeli". Infine uno sguardo al futuro: " Basket City è lontana ma sono convinto che ritornerà".