GIACOMO BORSARI

Nato a: Bologna

il: 07/03/1973

stagioni in Virtus: 1997/98 - 1998/99 - 1999/2000 - 2000/01 - 2001/02 - 2002/03 - 2011/12 - 2013/14

 

IL MASSEUR BORSARI LASCIA LA VIRTUS PER L'AMERICA'S CUP

tratto da Il Resto del Carlino - 13/07/2001

 

Un uomo in barca. Dopo aver centrato il grande slam, con l'aggiunta della Coppa Italia 1999 e un titolo italiano cadetti. Giacomo Borsari, uno dei due massaggiatori bianconeri, lascia. Giacomo, soprannominato Jack air Bag - ha 28 anni, da tre stagioni lavora per la Virtus e, nell'immediato futuro, oltre alla conclusione degli studi all'Isef, ha l'America's Cup, in Nuova Zelanda. Proprio così. Dopo tre stagioni vissute nel mondo della pallacanestro - resterà nella leggenda dello spogliatoio bianconero quella volta in cui fu legato e imbavagliato dalla coppia di goliardi Binelli-Danilovic - Borsari ha deciso di sperimentare una strada diversa. Maratoneta di buon livello - negli ultimi anni ha sempre preso parte, in compagnia di Giorgio Valli, alla Strabologna -, appassionato cestista e spericolato ciclista (si era iscritto a una prova che prevedeva una folle discesa lunga due chilometri con un dislivello mozzafiato), Borsari ha ceduto alle lusinghe dell'equipaggio svedese, che lo vuole come masseur per la proissima edizione dell'America's Cup. "Mi mancheranno i ragazzi e l'ambiente - commenta Giacomo - e il mio collega Silvano. Lascio dopo tre anni staorrdinari". Lascia da campione d'Italia e campione d'europa. La Virtus perde un massaggiatore, una persona affidabile, seria e scrupolosa. Ma si consola con un abbonato in più. "Faccio la tessera - chiosa - così continuerò a fare il tifo per i miei amici".

LA VIRTUS AFFRONTA I NODI GIGLI E POETA E INTANTO RIAFFIDA I MUSCOLI A BORSARI

di Francesco Forni - La Repubblica - 01/07/2013

 

La Virtus deve sistemare le grande con Poeta e Gigli, nonché rifare la squadra, ma almeno ha completato lo staff tecnico reinnestando un'altra gloria. Vecchia per modo di dire, perché è di ritorno nel gruppo "Jack" Borsari, 40 anni, già visto in bianconero come fisioterapista. Farà da coordinatore, l'uomo dei muscoli che entrò in Virtus nel 1997 e vinse il grande Slam del 2001, fattore aggregante del gruppo e tuttora legatissimo a Manu Ginobili, di cui è stato anche consulente e che lo fece invitare dagli Spurs per aggregarsi alla Summer League del 2006. Borsari, che lasciò con qualche dissapore dopo l'eliminazione con Sassari nei playoff 2012, ha Dna virtussino, è amato dalla curva, ma vanta esperienze variegate anche extrabasket: fu pure preparatore del team svedese Victory Challenge all'America's Cup del 2002 in Nuova Zelanda.