LUCA BARALDI

Baraldi con Zanetti (foto tratta da bolognabasket.it)

Nato a: Modena

il: 07/09/1960

Stagioni in Virtus: 2016-17

 

VIRTUS, IL NUOVO CDA. BARALDI: È NATA LA NUOVA VIRTUS

tratto da bolognabasket.it - 23/03/2017

 

Il nuovo CDA della Virtus si è insediato ed è operativo da ieri. Confermati il presidente Alberto Bucci e l’amministratore delegato Loredano Vecchi, gli ingressi eccellenti sono stati – come previsto – quelli di Claudio Albertini e Luca Baraldi. Albertini rappresenta il mondo cooperativo che oltre a collaborare con la Virtus per la questione Arco Campus è entrato direttamente in società attraverso Parfinco SPA, Baraldi è l’uomo di fiducia di Massimo Zanetti, che oggi controlla il 47% della società bianconera. Se si troverà un altro socio che verserà i 330mila euro rimasti disponibili nell’aumento di capitale, la quota di Zanetti diventerà del 40%, come originariamente previsto. Si era diffusa la voce che questo socio mancante potesse essere Camst, ma la società di ristorazione ha smentito attraverso un comunicato stampa – riportato da Repubblica – ogni possibile acquisto di quote Virtus, pur ribadendo la sua vicinanza alla società bianconera attraverso la Fondazione di cui è socia fondatrice.

Luca Baraldi ha rilasciato alcune dichiarazioni a Corriere di Bologna, Repubblica e Stadio. Eccone una sintesi: E’ nata la nuova Virtus. Dobbiamo continuare a giocare divertendoci. Siamo primi, significa che abbiamo dei valori. Se centreremo la promozione saremo felicissimi, altrimenti ci riproveremo l’anno prossimo.
Sull’aumento di capitale ancora aperto: La porta è aperta per chi vuole partecipare alla nuova vita della Virtus.
Sull’ingresso di Claudio Albertini in CDA: E’ una richiesta che gli ho fatto personalmente io. Ho avuto modo di apprezzare il suo lavoro in Fondazione, è una persona di grande competenza; che vuole molto bene alla Virtus, la sua esperienza sarà utile nel progetto futuro. E lo ringrazio di aver accettato.
Sul mercato: Le ambizioni sono chiare ma non faremo pressioni a nessuno, se lo staff tecnico riterrà di comprare un giocatore noi lo accontenteremo, siamo solo pronti a dire che faremo quanto possibile per raggiungere i risultati migliori.

La parola ultima su un eventuale ricorso al mercato quindi sarà di Alessandro Ramagli e del suo staff. Il coach bianconero – ieri – ha dichiarato di essere contentissimo del suo gruppo di 12 giocatori e di non pensare a nessun nuovo innesto.