FAX DI SFOTTO'

 

 

Non sempre esemplificativi del famoso "stile Virtus", questi sono alcuni dei fax che i tifosi virtussini hanno mandato ai loro amici/nemici fortitudini oppure che si sono scambiati con amici e colleghi. Sicuramente ce ne saranno stati tanti che hanno fatto il tragitto inverso, in occasione degli scudetti dei cugini o della maledetta estate 2003.

Questi mi sono stati forniti da Sasha_57. Se ne avete di diversi da quelli di seguito pubblicati, potete inviarmeli all'indirizzo che trovate nella pagina contatti.

 

  

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La cartolina inviata a Seragnoli da Barcellona (foto fornita da Daniela Ballotta)

TRA VIRTUS E FORTITUDO GLI SFOTTÒ VIAGGIANO ANCHE SU VIA ELETTRONICA

di Doriano Rabitti - Il Resto del Carlino - 15/05/1996

 

...

Il derby delle Due Torri si chiude in parità: Virtus e Fortitudo sono infatti "ospiti" dello stesso nodo, all'indirizzo www.nettuno.it/fiera/metropol/ occorre aggiungere virtus.html oppure fortitud.html. In passato peraltro i fan bolognesi misero in subbuglio la rete giocando in anteprima un paio di derby a suon di sfottò, scambiandosi messaggi di posta elettronica.

...

UN TELEGRAMMA-BEFFA NEL COVO FORTITUDO

di Alessandro Gallo - Il Resto del Carlino - 01/06/1996

 

L'importante è riderci sopra, soprattutto se si tratta di uno scudetto che i "cugini" hanno solo sognato, ma non conquistato. Così, un gruppo di tifosi Virtus, che ha finito per rivedere il giudizio su Bodiroga & compagni ha pensato di far recapitare un telegramma particolare al ristorante "Merlot", punto di ritrovo per tutti i giocatori della Fortitudo. Questo il testo del messaggio: "Il sindaco, in accordo con l'assessore al traffico, in via eccezionale accoglie la richiesta del ristorante "Merlot" e concede a chiusura della via De' Gombruti per il giorno 1° giugno 1996, dalle ore 17 alle ore 24, per festeggiare degnamente il primo scudetto e l'inizio del ciclo di Bologna-Due".

Un clamoroso errore dell'amministrazione comunale? No, anche perché la firma, rigorosamente falsa, non ammette dubbi: Bepi Stefanel.